Home

Lascia un commento

Alle 19, ora di New York (1:00 di stanotte in Italia, tra poco ormai) ci sarà la première del film "This is it" a Los Angeles.
Già da adesso è possibile seguire il rituale del "tappeto rosso", che viene trasmesso in streaming sul sito www.michaeljackson.com.

AGGIORNAMENTI
Tra gli altri che assisteranno alla Prima, ci sono Jermaine, Jackie, Tito, Marlon Jackson, (i fratelli Jackosn hanno ringraziato anche i fans per il loro amore e supporto che hanno sempre dimostrato e continuano a dimostrare nei confronti di MJ); poi ci sono i ballerini che lavoravano al TII Tour, le "ragazze volanti" (ingaggiate per il Tour) che si stanno esibendo all’esterno del Teatro…
Sembra si siano intravisti anche personaggi come Alanis Morissette e Will Smith.
E poi ci sono i soliti personaggi famosi: Kate Perry, Jennifer Love Hewitt, e tanti altri (tra cui alcune che hanno imparato le solite frasette fatte e le ripetono a memoria, anche in modo vistoso, e forse non sanno neanche chi era MJ). Tutti appaiono felici e festosi. Ci sono anche fans di MJ in attesa non si sa di chi, ai lati del tappeto. E l’intervistatrice gioiosa ed eccitata più che altro per essere inquadrata in diretta mondiale.
In particolare, ciò che viene fatto notare è l’enorme presenza di mass-media…

Comunque, per sapere tutti gli altri siti che seguono in diretta il "tappeto rosso", si può visitare il topic su mjjforum.it.

Ore 2:00 – Interruzione della diretta su michaeljackson.com.

Annunci

Lascia un commento

Ieri, ad esattamente 4 mesi dalla morte di MJ, è stato pubblicato un articolo con alcune dichiarazioni di Teddy Riley, co-produttore di "Dangerous", collaboratore e amico di lunga data di MJ.
Riley ha affermato che è dal giorno in cui ha saputo della morte di MJ che ha capito che si è trattato di un omicidio.
<<L’ho detto dal primo giorno. Chiamai la famiglia e dissi loro: è stato ucciso.
Qualcuno non aveva gradito qualcosa che disse o qualcosa che stava facendo, o non voleva che tornasse al top, così l’hanno dovuto far fuori.>>

Per quanto riguarda i responsabili dell’omicidio, ha detto:
<<Salterà fuori. Ci sono parecchie persone che pensiamo possano esserci dietro. Ma verrà fuori.
MJ stava lavorando alla grande alle prove. Io sono stato allo studio due giorni prima… due giorni prima della sua dipartita. Era in buona salute. L’unica cosa che gli dava fastidio era il dolore: quando lavorava sodo, tornato a casa gli dava fastidio il dolore a causa della sua pelle. A parte quello, era in gran forma.>>

Anche Kenny Ortega ha ribadito di aver visto MJ alle prove, la sera prima della sua morte, e che era in ottima salute, "agile e potente come sempre". Anche se era faticoso quel progetto atto a produrre qualcosa di indimenticabile.

C’è, poi, un’altra teoria: ricordando anche le parole di Randy Phillips (che nel marzo 2009 disse "Mi è stato rifiutato per due volte dai suoi rappresentanti. Mi è stato detto che non era pronto a tornare sul palco sia fisicamente che psicologicamente") e di MJ stesso, alcuni pensano che MJ non fosse davvero nelle condizioni psico-fisiche adeguate per affrontare il tour. Quindi avrebbe intrapreso questo progetto a causa di una sorta di "ricatto" (legato ad aspetti economico-finanziari: il tour per pianare i debiti ed evitare ritorsioni e svendite importanti). E, per ottenere il maggior profitto possibile, qualcuno lo avrebbe spremuto e gestito a scapito della sua salute per fargli realizzare almeno le immagini necessarie per il film. Dopodiché il fisico di MJ o non ha retto più (ma stranamente proprio due giorni dopo la registrazione delle prove generali e ad una settimana dalla partenza per Londra), o è stato eliminato quando non serviva più (del resto, è ciò che lascia pensare il mix di farmaci e le dosi insostenibili che sono state riscontrate con l’autopsia).

In entrambi i casi, il fatto che si tratta di omicidio è indiscutibile. Vedremo se si riuscirà ad appurare i responsabili e le reali dinamiche.

Lascia un commento

Sono stati fatti alcuni annunci.

Innanzitutto, il 3 novembre ci saranno i Soul Train Awards ad Atlanta, dove assegneranno il premio speciale di "Entertainer dell’Anno" a MJ.
Premi alla carriera, poi, saranno assegnati a Chaka Khan, L.A. Reid, Charlie Wilson, Kenneth "Babyface" Edmonds.

——
E’ stato rivelato che nel 2006, mentre era in Irlanda, MJ si interessò ad un canto popolare irlandese"Fields of anthery" risalente al 1840 (che si riferisce alla deportazione di un irlandese durante gli anni della carestia), , soprattutto per il verso in cui si dice "Michael, ti hanno portato via".
Ebbene, esiste una registrazione in cui MJ intona sei versi del canto.
Dopo l’uscita del film "This is it" si vedrà se la registrazione potrà essere pubblicata.

——

A proposito di inediti, la Motown ha fatto sapere che a novembre verranno pubblicati "non meno di 11 inediti di MJ e dei Jackson 5".
Verrà messo in commercio, infatti, l’album "I want you back – Unreleased masters" che conterrà tra l’altro l’inedito "That’s how love is" (già acquistabile su iTunes), "Love comes in different flavors", "I’ll try, you’ll try (Maybe we’ll all get by)", "Lucky day" e "Listen I’ll tell you how".

——

Il 27 ottobre, infine, è prevista la pubblicazione della seconda edizione italiana (dopo 21 anni dalla prima) di "Moonwalk", l’unica autobiografia di Michael Jackson.
Per tutte le informazioni, si può visitare il sito http://www.michaeljackson.com/it/news/moonwalk-uscita-anche-italia#comments

Lascia un commento

Continua il mistero sulla morte prematura di MJ.
Tra l’altro, LaToya dice di sapere chi pagò Murray per uccidere MJ, guadagnando 1 miliardo di dollari dalla sua morte, ma non può fare i nomi. Inoltre dichiara che anche qualcun altro della famiglia Jackson ("il fratello meno famoso", secondo una notizia della msnbc) sarebbe nel mirino di queste persone che erano insieme a Murray quando MJ è morto.

Il caso, insomma, è tutt’altro che concluso.
Speriamo di non dover attendere oltre 20 anni anche per questo caso.

Lascia un commento

Secondo le ultime notizie, sul testamento di MJ sembra sia indicata Los Angeles come città in cui fu firmato il documento il 7 luglio 2002, alle 17. Howard Weitzman, avvocato del patrimonio di MJ, ha detto che MJ firmò davanti a lui.
Ma il fratelo di MJ, Randy, supportato dalla conferma del portavoce di Al Sharpton, Rahel Noerdlinger, ha rivelato che MJ quel giorno era a New York a protestare col Reverendo Sharpton contro Mottola e la Sony. Randy ha ipotizzato allora che la firma di MJ possa essere falsa.

Howard Weitzman, avvocato per l’eredità, ha detto, però, che c’erano i testimoni che videro MJ firmare. L’errore consisterebbe nell’aver scritto la città sbagliata: Los Angeles invece che New York.
Secondo quanto riportato su TMZ, l’errore andrebbe attribuito ad uno dei testimoni che sbagliò a scrivere la città in cui si trovava in quel momento.

Dunque, il testamento non dovrebbe essere invalidato.
Sembra, inoltre, che anche se venisse invalidato, le volontà espresse precedentemente, nel 1997, siano le stesse: la suddivisione dell’eredità sarebbe indicata ugualmente con il 40% a Katherine per il resto della sua vita, 40% ai figli di MJ (anche se all’epoca MJ aveva solo un figlio appena nato), 20% in beneficenza.

Lascia un commento

A quanto pare era una voce fondata.
Nel giugno 2010, ad un anno dalla scomparsa di MJ, è prevista la pubblicazione del libro a fumetti "Fated", ideato, sceneggiato e scritto proprio da Michael Jackson.

E’ quasi un’autobiografia "psicologica", da quanto si apprende dalle recensioni apparse in giro per la Rete:

«racconta in 200 pagine di tavole in bianco e nero la storia di un divo pop [immortale], Gabriel Star, che affronta la rovina e, a un passo dall’autodistruzione, rinasce. Come Jackson, il suo enorme successo lo ha confinato in una solitudine che sfiora la follia.»

Scritta con Gotham Chopra, scrittore-giornalista-produttore e grande amico di MJ, e disegnata da Mukesh Singh, "autore di tavole cupe e goticheggianti", venne terminata prima della morte di MJ.
Alla Fiera Internazionale del Libro a Francoforte è stato svelato il progetto ed è stata lanciata l’asta internazionale dalla Random House (che ne detiene i diritti).
Per l’Italia, i diritti di pubblicazione sono stati aggiudicati dalla Rizzoli per il marchio Lizard (dedicato ai fumetti).

Su "La Stampa", concludono così: «Il libro è sotto chiave, persino la tavole sono chiuse in cassaforte. Due cose però sono sicure: la prima è che sarà un successo. La seconda, che il povero Michael Jackson è morto sognando di essere immortale».

Lascia un commento

In giro per la Rete si trovano vari trailer del film This Is It, nei cinema per sole due settimane a partire dal 28 ottobre.
Eccone un esempio:

Qui, invece, le immagini delle prove di "The Way You Make Me Feel" e "Human Nature":

———————
Per il resto, ci sono solo notizie minori.
Cito le più rilevanti.

Sembra che nel giugno 2010 dovrebbe essere pubblicato un presunto libro ricollegabile a MJ.
Si dice che si tratta di un romanzo illustrato narrante la storia di una rockstar di successo. Molti elementi rifletterebbero alcuni aspetti di MJ.
Il romanzo (ma questo è tutto da dimostrare…) sarebbe stato ideato e illustrato da MJ stesso, mentre sarebbe stato scritto in collaborazione con Gotham Chopra. Altre fonti, però, dicono che le illustrazioni sarebbero di Mukesh Singh.

Passando ad altro, i figli di MJ purtroppo vengono ancora seguiti, ripresi e fotografati. Cmq, sembra stiano bene. Sono stati visti anche con Elizabeth Taylor al parco divertimenti "Universal Studios" di Los Angeles.
Tutto qui. Niente di significativo, in realtà…

————————————-
Aggiornata immagine del layout
————————————-

Older Entries