Home

Lascia un commento

Sempre in tema di eventi dedicati a Michael Jackson, la AEG ha fatto sapere quando aprirà la mostra itinerante dedicata al Re del Pop per cui era stata autorizzata nelle udienze di quest’estate.
La "mostra ufficiale" sarà allestita innanzitutto alla O2 di Londra, dal 28 ottobre 2009 e fino al 31 gennaio 2010. Il costo del biglietto è di 15£.
La mostra esporrà una collezione di oltre 250 oggetti di MJ, tra cui premi, oggetti d’abbigliamento, oggetti personali presi dal Neverland Ranch (spesso si tratta di oggetti mai mostrati prima al pubblico).
La mostra sarà suddivisa in nove gallerie differenti, ciascuna dedicata ad uno specifico aspetto del Re del Pop, includendo: periodo Motown, carriera solista, danza, costumi, impegno umanitario, celebrazione della sua vita. Spazio anche per ricordare gli spettacolari concerti che MJ stava preparando alla O2 Arena prima della sua morte.
Maggiori informazioni, sul sito della O2 Bubble.

Annunci

Lascia un commento

Per il 9 ottobre 2009, al Theatre Royal di St. Helens (Inghilterra), è previsto l’evento "Magic of Motown", l’inizio di una serie di concerti per celebrare i 50 anni della casa discografica fondata da Berry Gordy.
Ci saranno esibizioni dal vivo con musica dei Temptations, Diana Ross and The Supremes, Four Tops, Gladys Knight & The Pips, Marvin Gaye, Lionel Richie, Martha Reeves, Mary Welles e tanti altri.
Durante la serata, è previsto anche un tributo a Michael Jackson, il quale certamente di persona avrebbe potuto consacrare davvero questa ricorrenza come fu per "Motown 25"
Il costo dei biglietti è di 18,50£. Ecco il sito ufficiale del Teatro e dell’evento: www.sthelenstheatreroyal.com

La serie di concerti continuerà fino al 7 agosto 2010. Per tutte le prossime date, basta andare sul sito www.ents24.com

Lascia un commento

E’ stata diffusa una notizia secondo cui il 12 ottobre dovrebbe essere rilasciato un nuovo singolo di MJ intitolato "This is it", il quale sarebbe solo l’anticipazione di un doppio album che verrebbe rilasciato il 26 ottobre.
L’album, stando sempre a queste voci, sarebbe composto da un disco con le canzoni presenti nel film e da due versioni della canzone "This is it" (una con le voci anche dei Jacksons), mentre il secondo disco conterrebbe versioni differenti delle canzoni classiche di MJ e una traccia in cui MJ recita la poesia "Planet Earth".
Staremo a vedere…

————-
Intanto, sono tre mesi dalla morte di MJ.
————-

1 commento

Una delle notizie messe in risalto dai mass-media, è quella secondo cui Katherine Jackson dovrebbe ricevere 86’804 dollari al mese (presi dal patrimonio di MJ gestito anche da John Branca e John McClain) per occuparsi dei tre figli di MJ, di cui ha l’affidamento.
60’000 dollari è la somma specificatamente destinata ai bambini che verrà utilizzata per spese come le cure mediche, l’abbigliamento, e anche per pagare il personale domestico, la governante e l’autista.

Intanto, per quanto riguarda proprio MJ, l’ex manager Dieter Wiesner ha fatto alcune rivelazioni sul periodo precedente al 2006. Sembra che MJ stilò una lista delle persone che volevano distruggerlo.
Nella lista, apparirebbero i nomi di Uri Geller, Schmuley Boteach, il procuratore distrettuale Tom Sneddon, Janet Arvizo, Gloria Allred (che chiese indagini sulla sicurezza dei figli di MJ…), il discografico Tommy Mottola.
Wiesner ha diffuso anche la chiamata di MJ registrata sulla segreteria telefonica dell’allora manager, in cui MJ chiede aiuto, dichiara di sentirsi minacciato e di avere paura per la sua vita e per i suoi figli.
Ecco le dichiarazioni di MJ: "Dieter, sono Michael. Sono le 4:30 del mattino qui. Scusa, posso sembrare assonnato ma sono allo stremo delle forze. Per favore, prendi questo messaggio che ti ho lasciato molto seriamente perché sono molto preoccupato per la mia vita e per i miei figli, ho tanta paura. Sono preoccupato per noi, siamo perseguitati. Voglio essere in un altro contesto, voglio trovare un posto che mi piaccia…voglio andare via per un po’… Siamo fratelli, Dieter, dobbiamo restare uniti, non permettiamo al sistema di dividerci.
Non vogliamo morire sapendo di non aver ottenuto i nostri scopi, voglio morire sapendo di aver fatto tutto quello che volevo fare e a modo mio"
. (trad. mjjforum.it)
Ciò si aggiunge ed è un’ulteriore conferma delle dichiarazioni sulla minaccia che incombeva sulla vita di MJ già in quel periodo, come dichiarato anche da Jermaine e dal vecchio amico Dick Gregory.

Per quanto riguarda l’omicidio, poi, il dottor Arnold Klein ha fatto causa al dottor Steven Hoefflin accusandolo di diffamazione.
Il Dr. Hoefflin aveva dichiarato che fu Klein a fornire il Propofol a Murray e a istruirlo su come somministrarlo.
In risposta alla causa intentatagli contro, Hoefflin ha dichiarato che ci sono registrazioni e documenti che provano quanto lui ha affermato. Ha aggiunto: "Alcuni membri delle forze dell’ordine sanno che io sono in possesso di abondanti prove incriminanti [riguardanti la morte di Jackson] che faranno finire molte persone in prigione".
Ha aggiunto, inoltre che delle persone stanno lavorando con la polizia "per usare falsi documenti per minacciarmi, ostacolare le mie indagini indipendenti sulla morte di Michael e per fermarmi dal fornire prove alle autorità competenti."
Infine, torna ad accusare il Dr Klein e i suoi avvocati, dicendo che loro starebbero tentando di impedirgli di discutere le prove incriminanti che lui possiede sul Dr Klein.

Lascia un commento

Tra pochi minuti ci sarà la replica degli MTV Video Music Awards su MTV Italia con sottotitoli in italiano.
L’evento di tre giorni fa ha visto una particolare attenzione al tristemente scomparso Re del Pop.
Tra gli altri, Madonna ha voluto ricordarlo accusando il mondo di aver abbandonato Michael Jackson in un momento difficile, di avergli voltato le spalle (si unisce quindi a chi ha già criticato nelle settimane passate come il mondo dello spettacolo non si sia mobilitato in suo sostegno neanche dopo l’assoluzione, nonostante fosse chiara l’infondatezza delle accuse che gli furono mosse dal ’93, mentre per criminali riconosciuti si mobilitò in alcuni casi…). Ha detto, poi, di condividere la battaglia di MJ contro la caccia alle streghe che l’opinione pubblica e i mass media attuano contro certi artisti (anche se non al livello di MJ, ovviamente).
Dopo l’intervento di Madonna, c’è stato un omaggio alla musica di MJ con un montaggio delle immagini dei suoi storici video. A questo, si è aggiunto un corpo di ballo che ha rievocato i passi più celebri del Re del Pop. Infine, i ballerini sono stati raggiunti da Janet Jackson che si è esibita con "Scream", la canzone con cui duettò col fratello nel 1995 e il cui video detiene ancora il record di video più costoso della storia.

La truccatrice e amica di MJ, Karen Faye, sul suo MySpace ha commentato così il tributo organizzato da MTV:
"I know most of you want to know how I felt about last nights Tribute… The show itself was a self indulgent mess. Michael pretty much "made" MTV. Then they crucified him: then only after he was dead, did they try and resurrect him. The only thing I understood was the look on Janet’s face when she was finished performing. Where was everyones heart when they were ripping out his???"
"So che molti di voi vogliono sapere come mi sono sentita per il Tributo della scorsa notte… Lo spettacolo in sé era un disastro auto-indulgente. Michael ha praticamente "creato" MTV. Loro lo hanno poi crocifisso: poi, solo dopo la sua morte, hanno provato a resuscitarlo. L’unica cosa che ho capito è stato lo sguardo sul volto di Janet quando ha finito l’esibizione. Dov’erano i cuori di tutti quando stavano squarciando il suo???"

Lascia un commento

Ecco il comunicato con cui Jermaine annuncia i motivi per cui il primo concerto annuale in memoria di Michael Jackson si terrà nel giugno 2010.

Cari fans, signore e signori,
Gli ultimi mesi sono stati un periodo molto difficile per la Famiglia Jackson. L’improvvisa, inaspettata morte di mio fratello Michael non è stato solo un terribile shock per i suoi parenti stretti, ma anche per i suoi milioni di fans in tutto il mondo. Io, come tutti della Famiglia Jackson, sarò sempre grato per il supporto e l’amore che abbiamo ricevuto da così tante persone durante questi ultimi due mesi e mezzo.

Dopo il Memorial allo Staples Center di Los Angeles, è stato chiaro per me che tanti fans non hanno avuto l’opportunità di dare correttamente un ultimo saluto all’artista e meraviglioso essere umano, Michael Jackson. Più di due milioni di persone volevano prender parte alle cerimonie a Los Angeles per salutare e celebrare la vita di Michael Jackson, ma solo approssimativamente in 20’000 hanno avuto l’opportunità di farlo allo Staples Center. Per questa ragione sapevo di dover organizzare un concerto tributo in onore di mio fratello al fine di far rivivere la sua indimenticabile musica ancora una volta e per mostrare al mondo che meraviglioso essere umano ha perso.

Un pò più di cinque settimane fa ho iniziato, insieme con i miei genitori a Vienna, a lavorare sul Concerto Tributo. Come potete immaginare, organizzare uno spettacolo di queste monumentali dimensioni in meno di otto settimane è una sfida che intimorisce. Abbiamo lavorato virtualmente contro il tempo per produrre questo spettacolo per i milioni di fans di tutto il mondo. Nonostante tutti gli ostacoli, siamo riusciti ad organizzare l’intera produzione di un concerto davanti al bellissimo Schönbrunn Palace di Vienna per assicurare che potesse tenersi uno spettacolo di importanza internazionale.

Ho parlato personalmente con molti artisti internazionali e li ho invitati a partecipare al TRIBUTO ed esibirsi in una delle canzoni di Michael. Molti grandi artisti immediatamente hanno accettato di partecipare a questo unico spettacolo tributo. Molti altri mi hanno detto personalmente che sarebbe stato un grande onore far parte di questo concerto in memoria del mio compianto fratello – un artista che ha influenzato la musica mondiale come nessun altro. Comunque, a causa del poco lasso di tempo disponibile, non è stato possibile per tanti di loro cambiare i loro programmi in modo da poter essere sul palco di Vienna il 26 settembre.

Abbiamo deciso, quindi, dopo attenta considerazione, di riprogrammare il concerto THE TRIBUTE per mio fratello al giugno 2010 e di allestire questo specialissimo evento musicale a Londra. Qui, oltre 70’000 fans avranno l’opportunità di conoscere la vita e la musica del mio amato rimpianto fratello. Terremo il concerto nella città che lui stesso ha scelto per i suoi concerti del ritorno ma, a causa della sua tragica morte, non ha potuto fare.

Invece di otto settimane, ora abbiamo otto mesi per prepararci e alcune delle star che non avrebbero potuto partecipare al concerto di Vienna, ma che hanno espresso il loro desiderio di partecipare a questo evento, saranno in grado di esibirsi dal vivo sul palco di Londra nel giugno 2010.

Mi farebbe davvero felice vedere il maggior numero possibile di voi al TRIBUTO in memoria di Michael Jackson a Londra. Sarà un pomeriggio memorabile per milioni di fans e una degna e dignitosa celebrazione del più grande intrattenitore che sia mai vissuto – mio fratello, Michael Jackson.

Sinceramente vostro
Jermaine Jackson

Lascia un commento

Ieri sono stati diffusi i primi trailer per il film "This Is It", dal 28 ottobre nei cinema statunitensi.
Finalmente, quindi, è visibile qualche immagine in più, oltre a quello spezzone diffuso mesi fa.
Ecco uno dei trailer:

Il trailer completo verrà mostrato stasera, agli MTV VMA (Video Music Awards), dove ci sarà anche una speciale esibizione di Janet in onore di Michael Jackson. Di recente, proprio Janet ha anche rilasciato un’intervista a “Harper’s Bazaar” in cui torna a parlare del fratello ucciso.
“Spesso parlo al presente di Michael perché è veramente difficile credere se ne sia andato", dice, “Non riesco più a guardare i telegiornali o leggere un quotidiano. Mi renderebbe pazza . Qualcuno può avere la pelle dura come quella di un rinoceronte, ma c’è un punto arrivati al quale senti dolore. Non tutti sono di pietra. Mi sono isolata dal mondo per non sofrrire, al punto che devo chiedere al mio cuoco ‘Cosa sta combinando Obama?’ perché non più letto nemmeno un giornale”

Per quanto riguarda il concerto-tributo che era stato programmato per il 26 settembre 2009 a Vienna, è stato ufficialmente rinviato al giugno 2010, ed è stato spostato a Londra, perché c’era bisogno di più tempo per poter organizzare adeguatamente l’evento e per permettere ad alcuni grandi artisti di parteciparvi.
Presto pubblicherò il comunicato ufficiale.

Older Entries