Home

2 commenti

Michael Jackson ha lasciato l’Europa ed è tornato negli Stati Uniti.
Sono state diffuse infatti le foto del suo arrivo a Los Angeles, da dove poi sembra sia partito per un luogo imprecisato.
Si dice che potrebbe essere andato a Gary, per rincontrarsi con la sua famiglia. Alcuni ipotizzano che MJ sia diretto a Las Vegas. Altri sognano che MJ abbia deciso di tornare a Neverland…
A parte però i sogni e le chiacchiere, l’unica cosa sicura è che ora è negli States… e che è in ottima forma.

1 commento

Nell’ultima settimana era stato diffuso un pettegolezzo che riesumava una solita falsità che puntualmente viene ripubblicata dai giornali cambiando pochi dettagli, ma che resta comunque una falsa notizia.
E’ stato detto infatti che Michael Jackson si trovasse a Londra perché in bancarotta e che quindi volesse vendere il suo catalogo dei diritti sulle canzoni dei Beatles a Paul McCartney.
A parte che l’ex Beatles non se la passa tanto bene da poter fare un acquisto tanto impegnativo, Michael Jackson non è in bancarotta e non vuole vendere il suo catalogo.
A tal proposito è giunto il comunicato della portavoce ufficiale di MJ, Raymone Bain, che ha smentito quel pettegolezzo, confermando che MJ non vuole vendere il suo catalogo.

Lascia un commento

Nei giorni scorsi era stato annunciato che Michael Jackson, dopo i due Fan Appreciation Days e dopo una visita alle truppe americane in Giappone, sarebbe andato in Inghilterra. In realtà, sembrava che soltanto il 16 sarebbe tornato in Europa, ed invece oggi è stato diffuso un video in cui viene mostrato l’arrivo di MJ all’Heathrow Airport di Londra.
Dopo circa una settimana che passera con degli amici, tornerà a Las Vegas per terminare la lavorazione al nuovo album. Sembra che non dovrà più andare in Irlanda per terminare i lavori.

Lascia un commento

Sono cominciate a circolare le fotografie scattate in Giappone, durante le due giornate in cui Michael Jackson ha incontrato i fans. Gli abiti indossati da Jackson sono stati realizzati da Roberto Cavalli.
Raymone Bain, la portavoce ufficiale del Re del Pop, ha dichiarato che MJ ha incontrato oltre 400 persone alle quali ha stretto le mani e si è fatto fotografare insieme.
MJ è rimasto per l’intera durata dell’evento, che in totale è durato circa 7 ore. "Si è divertito e la reazione è stata molto positiva" ha detto la Bain.
Secondo alcune voci, sembra che MJ andrà in Inghilterra al termine del suo soggiorno in Giappone, ma non c’è niente di confermato.

Lascia un commento

Michael Jackson è giunto in Giappone oggi, per la sua seconda visita in questi ultimi anni dopo il processo. In suo onore, infatti, si svolgeranno due party, i cui biglietti costavano 3’500 $ e che consentono ai partecipanti di cenare con Michael Jackson e di trascorrere 30 secondi personalmente con lui.
Michael Jackson è apparso rilassato, con occhiali da sole e una giacca scura, mentre una folla di fans giapponesi lo acclamavano all’aeroporto di Narita.
Secondo gli accordi fatti con gli organizzatori, Michael Jackson non sarebbe tenuto ad esibirsi.
Appena giunto a Tokyo, il Re del Pop ha anche indetto un concorso di fan art. Vista la gran quantità di dipinti e di creazioni fatte dai fans, Michael Jackson vorrebbe incontrare gli artisti più creativi. Anche per ringraziare i fans per il loro amore e la loro passione, MJ ha invitato a partecipare per il 9 marzo al "Fan Appreciation Day", evento che si terrà a Tokyo. Saranno accettati dipinti, sculture, collage, computer graphics, mixed media, printmaking e fotografie ad alta qualità. Le opere saranno giudicate da Jackson in base alla creatività, al design, ai meriti artistici ed estetici.
I fans che parteciperanno alla festa del 9 marzo potranno portare con loro le proprie opere allo Shinkiba Studio-Coast, 2-2-10 Shinkiba, Koutou-Ku, Tokyo 136-0082, Giappone. Bisognerà includere anche i propri dati (nome, indirizzo, telefono, e-mail).
I migliori tre artisti potranno incontrare Michael Jackson, fare delle foto con lui e saranno invitati ad uno speciale brunch (lo spuntino tra la colazione e il pranzo…) con lui.