Randy Phillips, capo esecutivo della AEG Live, ha fatto sapere che la sua società ha registrato abbastanza canzoni di MJ da poter realizzare due album, tale è la quantita di materiale. Comunque, è stato già annunciato un CD delle prove come album live di MJ. Ed inoltre si ha intenzione di realizzare un DVD in alta definizione delle prove dei concerti, che si vorrebbe pubblicare il più presto possibile.
La AEG, per produrre il TII pare si fosse indebitata per 25 milioni di dollari. Comunque, pare che l’assicurazione pagherà le perdite per almeno 17,5 milioni di dollari, anche nel caso in cui si dimostrasse che la morte di MJ sia stata accidentalmente dovuta ai medicinali.
Con le pubblicazioni che annunciano, probabilmente riusciranno a coprire più che abbondantemente le spese sostenute. Oltretutto, si stanno già prendendo contatti con altri artisti in modo da realizzare altri spettacoli che coprano il periodo che era destinato al TII.
Aggiungiamo, inoltre, è stata già data la possibilità di acquistare il merchandising del TII.
Ma non basta. Non contenti di tutto ciò, per poter raschiare fino all’ultimo centesimo possibile, la AEG ha fatto sapere che il biglietto acquistato, e che tanti fans hanno richiesto di avere nonostante tutto, verrà inviato esclusivamente a chi non richiederà il rimborso. Ci sono persone che sono giunte a pagare anche oltre 500€ pur di averne uno, e dopo l’accaduto simbolicamente avrebbe preferito tenerlo. Ora si sarà costretti a rinunciarvi, o a rimetterci i soldi per un biglietto senza poter assistere allo spettacolo per cui si era pagato (ed il biglietto era compreso nel prezzo…).
In un comunicato, Randy Phillips dichiarava di voler rispettare i fans come rispettava MJ. Ognuno faccia le proprie conclusioni su cosa ne consegue…

Billboard, intanto, ha dichiarato che MJ aveva in programma due album.
Uno in collaborazione col compositore Claude Kelly e con Akon per una collezione di composizioni classiche.
Dice Akon: “I suoi figli erano la sua priorità, e non avevano l’avevano mai visto esibirsi. Lui stava provando a creare il più incredibile show per i suoi figli”.
Billboard continua dicendo che l’altro album a cui stava lavorando in collaborazione col compositore David Michael Frank (con cui aveva collaborato quando si esibì per il tributo a Sammy Davis Jr nel 1989) era un album strumentale.
Dice a tal proposito David Michael Frank: “Aveva due demo di due pezzi scritti da lui, ma non erano completi. Per uno di essi, nella sua mente aveva già un’intera sezione fatta. Non l’ha registrata. A casa sua me l’ha accennata con la voce come io farei con la tastiera ed abbiamo immaginato gli accordi. Credo che quella registrazione è l’unica copia esistente di quella musica. Ha menzionato anche altra musica strumentale che voleva registrare, incluso un pezzo jazz. Spero che un giorno la sua famiglia decida di registrare questa musica come tributo e mostri al mondo la profondità artistica che aveva.”
Notizie riportate dalla MSNBC.

Di sicuro, le pubblicazioni da adesso in poi probabilmente usciranno. Ma a caro prezzo…
They’d do anything for money.