E’ stato condannato uno dei responsabili che spiarono Michael Jackson durante il volo che portò Michael Jackson da Las Vegas a Santa Barbara nel novembre 2003.
Arvel Jett Reeves, proprietario di un’agenzia di manutenzione di aerei, insieme a
Jeffrey Borer (un dirigente della compagnia di noleggio "X-tra Jet"), posizionarono delle "cimici" e delle telecamere per registrare illegalmente le conversazioni tra MJ e il suo avvocato di allora, Mark Geragos, per poi rivendere le cassette alla stampa.
Reeves è stato condannato a 8 mesi di carcere e 6 mesi di libertà vigilata. Per Borer la decisione verrà presa il prossimo 4 ottobre.

Annunci