Home

1 commento

La presenza di Michael Jackson alla festa di compleanno di Christian Audigier potrebbe non essere solo una casuale visita di cortesia.
In un’intervista, sembra che Christian Audigier, stilista francese, abbia rivelato che i due stanno collaborando per realizzare insieme una linea di moda.
In questo modo MJ potrebbe realizzare i propri modelli e commercializzarli senza doversi affidare ad altri stilisti. Il "Michael Jackson Style" che tutti copiano almeno dal 1982 ora potrebbe non portare più i ricavi a persone che non c’entrano niente con MJ.

1 commento

Christian Audigier, stilista francese, ha festeggiato ieri il suo 50° compleanno al Petersen Automotive Museum di Los Angeles.
Tra le star presenti c’erano Britney Spears, Fergie, Kim Kardashian, Pamela Anderson, Alessandra Ambrosio.
E, a sorpresa degli invitati, Audigier ha annunciato la presenza straordinaria di Michael Jackson.
Sembra che, oltre ad una performance di Fergie, anche Michael Jackson si sia esibito.
Per ora sono state divulgate solo alcune foto come questa.

1 commento

Come era prevedibile, la storia sulla possibile messa all’asta di Neverland era solo un falso scoop dei media per distogliere l’attenzione dallo strepitoso successo di "Thriller 25" (il cofanetto celebrativo dei 25 anni dalla pubblicazione dell’album più venduto della storia) che stava entrando nelle prime posizioni di tutte le classifiche mondiali.
In realtà il prestito di 25 milioni era stato preso nel 2006 per acquistare il 5% del catalogo Sony/ATP dall’avvocato Branca, e tale prestito veniva da tempo rifinanziato. Ora MJ ha pagato un’altra cifra, 13 mila dollari, e l’asta che era stata programmata per maggio (se MJ non avesse pagato) è stata tranquillamente cancellata. Sembra che è una prassi che è continuata per due anni, ma che è stata diffusa dalla stampa soltanto nel momento dell’uscita del cofanetto Thriller 25 in modo ingiustamente allarmistico.
Ricordo, comunque, che Michael Jackson detiene il 50% del Catalogo Sony/ATP, e non corre nessun rischio di perderlo, visto che il termine per l’opzione d’acquisto è scaduto e MJ ha regolarmente pagato e sta continuando a pagare la sua parte del debito che si estinguerà nel 2010.
MJ ha dichiarato, poi, che è soddisfatto dei progressi che riguardano Neverland e che sta discutendo con la Colony Capital LLC (la società che si è presa in carico il rifinanziamento del prestito) e Tom Barrack anche di "progetti futuri".

Lascia un commento

Un’altra notizia finanziaria: Michael Jackson ha evitato che la sua casa di Los Angeles finisse all’asta.
A marzo aveva raggiunto un accordo confidenziale con un fondo di investimenti per poter rimandare l’asta del Neverland Ranch.
Stavolta, invece, si tratta della casa di Encino, nel territorio di Los Angeles, che sarebbe potuta finire all’asta il 5 maggio, ma che è stata salvata saldando un debito che ammontava a 414’806 dollari.
Per questa proprietà non si dovrebbe trattare di un semplice rinvio del problema, ma la situazione sarebbe stata risolta definitivamente, avendo saldato il debito.