Home

Lascia un commento

Brutte notizie per Michael Jackson. Sembra infatti che rischia di perdere il Neverland Ranch in Santa Ynez Valley se non paga 23 milioni di dollari entro tre mesi.
La consulente prestito di Santa Barbara, Wendy Baker, ha dichiarato che non faranno alcun trattamento speciale per Michael Jackson.
Secondo alcuni documenti, MJ non ha effettuato un pagamento per un prestito che aveva ottenuto. La Baker ha quindi dichiarato che, se entro 90 giorni non viene effettuato il pagamento, si avranno maggiori ripercussioni legali e quindi MJ finirebbe per perdere quella che è stata la sua casa. La Contea quindi si impossesserebbe di Neverland e la metterebbe poi all’asta.
Attualmente MJ sembra che abiti in affitto a Washington D.C., ma comunque la Baker dice che non crede che delle ripercussioni legali di quel tipo possano essere nell’interesse di Michael Jackson.
Oltre ai 23 milioni di dollari, MJ dovrebbe anche pagare più di 200’000 $ di interessi.

NOTIZIA SMENTITA DALLA BAIN.

Annunci

Lascia un commento

Il 10 novembre prossimo uscirà in Giappone il nuovo numero della rivista "Rolling Stone Japan" che, oltre a dedicare la copertina a MJ, avrà come allegato un libricino di 44 pagine completamente dedicato al Re del Pop.
Il libricino delle dimensioni di 166 x 209 mm, conterrà anche dei disegni di MJ, oltre a 5 interviste precedentemente pubblicate sul "Rolling Stone US": le date in cui furono rilasciate le interviste sono 1971, 1983, 1984, 1987 e 1992. Ci sarà inoltre una galleria completa delle copertine dell’edizione americana dedicate a MJ e la discografia con anche nuove rivelazioni sul nuovo album di prossima realizzazione.
Purtroppo il libricino difficilmente verrà importato fino in Europa, e comunque è completamente in giapponese.

Lascia un commento

Il 20 ottobre c’è stata una serata di gala che ha riunito le figure emblematiche della Motown.
Tra gli altri, Suzanne de Passe, che era seduta con B. Gordy e Smokey Robinson, ha rilasciato delle dichiarazioni sull’argomento di discussione: per l’anno prossimo sono stati organizzati vari progetti per celebrare i 50 anni dalla fondazione della Motown.
Innanzitutto, è stato realizzato un film-documentario basato sui suoi ricordi e su quelli di Berry Gordy, fondatore della Motown.
Susanne ha continuato poi dicendo che saranno pubblicati anche un lungometraggio sulla Motown, una commedia musicale e un DVD contenente degli spettacoli televisivi degli anni ’80.
Naturalmente, Michael Jackson e i Jackson 5 saranno inclusi nel progetto.

Suzanne De Passe, dopo aver seguito i Jackson 5 fin dai loro primi passi per la casa discografica, fu proprio colei che produsse lo spettacolo "Motown 25" nel 1983 (quando MJ mostrò per la prima volta al mondo il Moonwalk) e ha partecipato con Jermain Jackson alla realizzazione della miniserie "The Jacksons: an american dream" nel 1992.
Attualmente è a capo di una società di produzione di film per la tv.

Lascia un commento

Michael Jackson, insieme a Jermaine e Janet Jackson e ad altri cantanti, attori e personaggi importanti, è ufficialmente un sostenitore di Orca Network, organizzazione che cerca di attirare l’attenzione sulle condizioni di vita dei cetacei del Nord Est dell’Oceano Pacifico. Con le sue azioni, Orca Network cerca di mostrare l’importanza di fornire ai cetacei un ambiente sano e sicuro.

I Jacksons sostengono il progetto Lolita: Lolita é un’orca che vive in cattività dal 1970. Dopo lunghi anni passati a divertire migliaia di turisti al Seaquarium di Miami, Orca Network ha proposto un piano di ritorno in natura per Lolita.

Diversi avvenimenti saranno annunciati prossimamente. Michael Jackson é nella lista dei principali supporters del progetto. Sembra inoltre che il 19 aprile 2008 il Re del Pop prenderà parte ad un concerto di beneficenza a Miami per raccogliere fondi proprio per Lolita.

1 commento

Michael Jackson in persona ha diffuso una lettera indirizzata a tutti i fans del mondo in cui annuncia che in questi mesi ha lavorato a diversi progetti, tra cui il primo è quello del servizio fotografico per "L’Uomo Vogue", e che presto si potranno vedere i risultati ottenuti con gli altri progetti.

Ecco il messaggio di Michael Jackson e, a seguire, la traduzione.

October 9, 2007

TO MY FANS AROUND THE WORLD:

I would like to thank you for the beautiful cards, photographs, messages, videos, and gifts, sent to me on my birthday.

I was overwhelmed by your kindness.

Your continued love and support means so much to me. I really love and appreciate you all… from the bottom of my heart.

I’ve been really busy lately. Hopefully, you’ve all seen the results of my recent photo shoot with L’Uomo Vogue.

Soon, I will be sharing exciting and surprising news with you from my other efforts.

Please know again, that I love and appreciate each and every one of you, and send to you my heartfelt thanks and warm wishes.

Sincerely,

Michael Jackson

9 Ottobre 2007

A TUTTI I MIEI FANS DI TUTTO IL MONDO:

Voglio ringraziarvi per le belle cartoline, fotografie, messaggi, video e regali che mi avete mandato per il mio compleanno.

Sono stato travolto dalla vostra gentilezza.

Il vostro continuo amore e supporto significano molto per me. Vi voglio molto bene e apprezzo tutti voi…dal profondo del mio cuore.

Ultimamente sono stato molto occupato. Sono fiducioso che tutti voi abbiate visto i risultati del mio recente servizio fotografico per L’Uomo Vogue.

Presto, condividerò con voi eccitanti e sorprendenti novità [provenienti] dagli altri miei impegni.

Per cortesia sappiate ancora che amo e apprezzo ognuno di tutti voi, e vi ringrazio di cuore e vi saluto calorosamente.

Con sincerità,

Michael Jackson

PS: la lettera è stata diffusa il 9 ottobre principalmente sui forum dedicati al Re del Pop. I giornali invece hanno riportato la notizia solamente oggi.

Lascia un commento

A quasi un anno di distanza dalla pubblicazione, la Chinaski editrice ha fatto sapere che il libro "Michael Jackson Dossier" è stato adottato in due facoltà italiane di giurisprudenza ed è molto apprezzato da diversi legali italiani.
Ken Paisli, facente parte del "gonzo journalism", ha scritto il libro esponendo esclusivamente i fatti, senza esprimere opinioni personali. Il fatto che la sua opera viene utilizzata nelle facoltà di giurisprudenza dimostra l’imparzialità dei suoi scritti e l’ottima qualità del libro.
Paisli inizia ricostruendo i fatti accaduti nel 1993, quando si diffondono le prime accuse, poi ricostruisce brevemente la vita di Michael Jackson per poter dare meglio l’idea del personaggio, quindi giunge al caso del 2003 e al processo del 2005 riportando anche dei pezzi integrali delle dichiarazioni di testimoni chiave.
Si tratta di un testo indispensabile per potersi fare un’idea più completa e corretta sull’argomento.
L’adozione del libro nelle facoltà, oltre ad essere un bel riconoscimento di qualità, è anche un ottimo traguardo per questo libro che ha subìto addirittura un boicottaggio da parte delle librerie, riscontrando difficoltà nella distribuzione.