Alla libreria di Roma Termini ho scoperto che è in vendita una pubblicazione, Editorial La Mascara, collana Immagini del rock (10€), interamente dedicato a MJ. In realtà dovrebbe essere stato pubblicato negli anni ’90, forse nel ’95 o dopo, ma comunque già all’epoca svelava il motivo per cui sono iniziate le accuse false di molestie sessuali.

Da bambino, già a 9 anni ha cominciato a fare concerti e tours con i Jackson 5, così gli è stata tolta l’infanzia. Ha una fissazione per Peter Pan, ed è comprensibile, e vuole che almeno gli altri bambini vivano l’infanzia che lui non ha potuto avere. Così ha creato il parco di divertimenti di Neverland. Un giorno ha conosciuto una donna che gli ha rivelato di avere un figlio che scrisse una lettera a Michael quando ebbe il famoso incidente per pubblicizzare la Pepsi. Michael volle conoscere la famiglia, e iniziarono a frequentarsi. MJ ospitò il bambino, la sorellina e i genitori nel ranch, li portava con sè ai concerti. Finché il padre legittimo del bambino (che non si era mai interessato ai figli), forse per gelosia per il rapporto instauratosi tra MJ e il figlio, organizzò un incontro in cui accusò MJ di molestie sessuali sul figlio. Un avvocato riuscì ad ottenere una confessione dal bambino dopo avergli fatto prendere alcune sostanze dagli effetti strani. Così fece la richiesta di 20 milioni di dollari per non far divulgare la notizia. MJ, per mettere tutto a tacere, preferì pagare, ma subito si sparse la voce e iniziarono a nascere nuove accuse sempre più piccanti rilasciate ai giornali (che pagavano cifre sempre più alte).

Già quindi nel 1995, o comunque molto prima del processo, era risaputa l’innocenza di MJ, solo che in America pare ci sia un’ossessione per questo tipo di cose, anche se addirittura il 50% delle accuse per molestie su minori sono false! Comunque si preferisce credere a tutte le accuse, anziché credere nella verità.

Annunci