Home

2 commenti

In questi giorni sono usciti altri articoli sui giornali e sul "Sun" che, a parte i pettegolezzi non confermati da riviste trash, si dice che la prima intervista di MJ dopo la sua assoluzione sarà da Oprah Winfrey e gli frutterà 10 milioni di dollari. Non so se la cifra sarà davvero questa, però in questo modo si riuscirà a riprendere economicamente dopo le pesanti spese legali.

Comunque voglio criticare questi giornalisti che quando parlano di MJ lo definiscono "ex re del pop". Come fanno a definirlo ex quando lui è ancora vivente e nessuno si è imposto come lui sulla scena mondiale? E’ sicuramente lui il re incontrastato del pop, il successo che ha avuto dagli anni 80 nessuno l’aveva mai avuto in tutta la storia della musica. Attualmente non c’è uno che sia più importante di lui o che abbia più successo di lui, perciò è evidente che non può essere definito "ex". Lui è e sarà per almeno molto tempo ancora il re del pop, perciò i giornalisti la dovrebbero smettere di dire sciocchezze e chiamarlo come si conviene: King of Pop.

Intanto MJ ha rilasciato la sua prima dichiarazione. Dopo i ringraziamenti fatti dal sito ufficiale, ora è lui in persona a ringraziare i fan che lo hanno aiutato ad affrontare questo momento terribile.

Statement of Michael Jackson: A Message For My Fans
Created: Sunday, 26 June 2005

Michael JacksonWithout God, my children, my family and you, my fans, I could not have made it through. Your love, support and loyalty made it all possible.

You were there when I really needed you. I will never forget you. Your ever-present love held me, dried my tears, and carried me through.

I will treasure your devotion and support forever. You are my inspiration.

Love,

Michael Jackson

Lascia un commento

Su "La Repubblica" di oggi c’è un articolo riguardante Bob Geldof che sta organizzando i concerti del "Live 8" in favore dell’Africa.

Prima che si riunisca il G8, ci saranno questi concerti per insistere sulla cancellazione del debito dei paesi africani.

Per quanto riguarda il debito, vorrei dire la mia opinione: per secoli i paesi ricchi (prima l’Europa e poi l’America) hanno prelevato uomini dall’Africa per schiavizzarli e sfruttarli, ma questo non viene mai ricordato. Gli occidentali hanno un debito di vite umane che, secondo me, dovrebbe almeno rimettere a paro il bilancio. Quindi adesso è fondamentale annullare il debito (che non è una concessione, ma una constatazione) e aiutare il continente a svilupparsi, cosa che è sempre stata impossibile perché veniva sfruttato.

Il "Live 8" ci sarà il 2 luglio ed i concerti saranno ospitati in 8 città: Londra, Roma, Filadelfia, Berlino, Parigi, Tokyo, Johannesburg, Toronto. Sul palco romano del Circo Massimo ci saranno: Jovanotti, che a San Remo aveva portato il messaggio in favore dell’Africa, Ligabue, Baglioni, Pino Daniele, Elisa, i Negrita.

Nell’articolo poi viene rivelato un fatto importante. Bob Geldof riceve una telefonata in cui gli suggeriscono di invitare Michael Jackson, idea a cui è favorevole anche Bono degli U2. Certo, questa sarebbe stata una buona occasione per rilanciare l’immagine e la carriera di MJ, ma Geldof ha risposto così: "No, Michael Jackson no. Dite a Bono che non è affatto una buona idea. Musicalmente è un genio, umanamente penso che sia innocente, ma ha passato un periodo terribile, è disturbato e stanco, ha bisogno di tranquillità, non di tornare sotto i riflettori in un’occasione come questa".

E’ bello vedere che è stato preso in considerazione MJ, che evidentemente vogliono aiutare a riprendersi, è bello che Geldof capisca l’innocenza di MJ (a cui molti americani non vogliono credere). Comunque Geldof ha ragione: attualmente le condizioni fisiche di MJ sono preoccupanti. Durante il processo non ha potuto curarsi, e non è il caso di rimandare ancora le cure per un concerto tanto impegnativo. Meglio che MJ torni nel 2006, al massimo della forma, piuttosto che trascinarsi ora e farsi compatire. Già nel 2001 Justin Timberlake ne parlò in modo non lusinghiero, lo trattò come un monumento vivente del passato. Perciò io dico che è giusto lasciar riposare Jackson, lasciarlo curare per poter tornare al meglio sulla scena mondiale.

1 commento

Il 19 giugno, dopo l’assoluzione di MJ, sul suo sito ufficiale è stato pubblicato un ringraziamento a tutti i fans e tutti quelli che hanno pregato e hanno sostenuto Michael. Questo è il testo che è stato pubblicato.

To All of Michael’s Friends, Fans & Supporters: THANK YOU

Created: Sunday, 19 June 2005

On behalf of Michael Jackson, MJJsource would like to express his deepest appreciation to everyone who extended their love, prayers and support to him, his family and his entire team during this very difficult year and a half.

 

As we close this chapter in all of our lives and embrace a new beginning, Michael wants every fan, friend and supporter to know how truly loved and valued you are.  He felt the power of your prayers, your personal sacrifices and the passion of your hearts in your many acts of love, letters, gifts and emails. There are no words to express how important each of you are to him. He is so deeply thankful to God, his family, his attorneys, his friends and his fans… the incredible power of all your love and dedication was invaluable to him and sustained him as he fought for his life everyday. 

 

Throughout this experience, you were never far from his thoughts. He knew about your support demonstrations and vigils all over the world. He saw your faces, your banners and your signs at the beginning and end of each court day.  Your constant presence and your cheers were an invaluable source of encouragement for him. He noticed every expression of love placed at his gates; the hearts, the angels, the stars, the banners… He drew strength from your strength… and he expressed his heartfelt gratitude and love for all of you, to those around him, time and time again.  

 

It is of the highest importance to Michael, that his fans be acknowledged and that they truly know how special they are to him. He is so blessed by your loyalty and your ability to see the truth through all of the deception.

 

He sincerely thanks you all, with a humble and grateful heart, for standing with him, believing in him and fighting for him. His love and gratitude for you knows no bounds and he shares this victory with you. If he could have, throughout this experience, he would have told each one of you personally, “I love you more.”

Lascia un commento

In questo periodo, i telegiornali hanno parlato del bliz della polizia che in tutta Europa ha arrestato molti pedofili. Quelli che sono stati arrestati per aver commesso davvero i reati, sono passati inosservati, quasi che fosse la normalità. Michael Jackson, invece, che non ha molestato nessuno, fa scandalo se dorme con i bambini anche senza far niente di male. Fa più scalpore un comportamento serio, baciare la testa di un bambino senza commettere alcun crimine, che un comportamento criminale. Secondo me è più normale MJ di molte altre persone. Riflettiamo su questo punto…

Lascia un commento

Dopo il verdetto di innocenza di Michael Jackson, che fortunatamente è stato quello che speravo, vorrei ricordare alcuni giornalisti che dovrebbero chiedere scuse ufficiali ai telespettatori.

Durante lo svolgimento del processo, su E! (Entertainment Television) c’è stata la ricostruzione del processo, con aggiornamenti giornalieri replicati in tre orari diversi. Chi ha seguito questi aggiornamenti ha potuto vedere esperti americani (una delle 5 migliori avvocatesse degli USA, un avvocato che già aveva avuto a che fare con MJ) che davano pareri obbiettivi sullo svolgimento degli interrogatori. Dicevano onestamente se il testimone portava in vantaggio l’accusa o la difesa.

Nel resoconto settimanale, in onda il sabato e in replica la domenica, la trasmissione era condotta da persone italiane. La prima puntata c’è stata dopo tre settimane dall’inizio del processo, ed hanno mostrato solo gli interrogatori dell’accusa. In questo modo se uno spettatore si voleva fare un’idea e non aveva potuto seguire le puntate giornaliere, sicuramente l’impressione era di colpevolezza poiché non venivano mostrati i controinterrogatori in cui i testimoni si contraddicevano e in cui venivano messi in mostra gli interessi che essi avevano. Dopo qualche settimana poi, uno degli ospiti fissi, uno che caratterialmente poteva sembrare Sneddon dato il suo accanimento nei confronti di MJ, ha dichiarato che l’immagine che stava venendo fuori di Jackson era di un boss mafioso che incarica i suoi body guards di sequestrare una famiglia!!!

Era evidente insomma la loro posizione: accusare e distruggere l’immagine di MJ.

Molte cose negli Stati Uniti non funzionano, ma questa volta i commentatori in tv si sono dimostrati imparziali e sicuramente migliori di quelli italiani, in più la giuria ha preso la decisione giusta dichiarando innocente Jackson. Questa volta negli USA tutto ha funzionato alla perfezione, mentre in Italia si sono dimostrati incompetenti facendo una trasmissione solo alla ricerca di scandali e i gossip tipici di televisioni di serie B. Ora gli "esperti" dovrebbero scusarsi con i telespettatori dato che Jackson è risultato innocente. Ma non credo che faranno un gesto di onestà, dato il loro comportamento in questi tre mesi.

Lascia un commento

Dopo sette giorni, finalmente la giuria è giunta a un verdetto: lunedì, alle 23:45 in Italia (14:45 in California), chi aveva la parabola ha potuto assistere alla conclusione del caso (solo sui canali inglesi e americani). Michael Jackson è stato giudicato non colpevole dei 10 capi d’imputazione. A questo annuncio i fan presenti fuori dal tribunale hanno festeggiato e si sono commossi; una signora ha liberato una colomba bianca per ogni capo d’accusa. Tra i fan in evidenza, anche la delegazione francese e quella italiana.
Alla conferenza stampa Sneddon è apparso evidentemente scosso, ma ha detto che ora si sarebbe occupato di altri casi. Speriamo che non faccia un’altro processo contro Jackson ogni dieci anni…
Un giurato ha dichiarato che secondo lui una persona non può dormire 365 giorni con un bambino senza che accada niente, ma non c’erano prove di colpevolezza. Comunque, come avevo scritto una settimana fa, la famiglia non si è dimostrata credibile, e se hanno mentito significa che Jackson non ha commesso nessun reato, non è solo che mancano le prove…
Finalmente, dopo tre mesi e mezzo, l’incubo è finito. Jackson è scagionato da tutte le accuse, comprese quelle degli anni precedenti, e quindi potrà tornare alla sua vita "normale", cioè la carriera musicale. A parte eventuali tour, potrebbe creare un nuovo album, e conoscendo il tipo, potrebbe fare canzoni riguardanti la sua avventura.
Questo caso lo stava facendo finire sul lastrico, gli incassi maggiori gli arrivavano dai diritti dei Beatles e di Elvis, ma adesso può tirare un sospiro di sollievo e cercare di recuperare il tempo (e il denaro) perso.
Auguri Michael.

Lascia un commento

Dopo una settimana, la giuria non ha ancora raggiunto un verdetto. Secondo me è evidente come dovrebbe finire questo caso, ma adesso c’è una pausa di due giorni. Dopo il week end, la giuria si riunirà di nuovo a Santa Maria alle 8:30 (fuso orario californiano: 17:30 in Italia) e speriamo prendano la decisione giusta.

Older Entries