Vorrei solo fare alcune riflessioni:

sono stati 4 anni stupendi dalla fine del processo, tra alti e bassi certo, ma si sono sempre alternati momenti di timore o di delusione a grandi momenti di speranza e di soddisfazione.
Mancavano solo 15 giorni al grande ritorno… Anche un solo concerto avrebbe almeno concesso l’idea dell’avvenuto riscatto dopo 20 anni di attacchi. C’era anche Frank Dileo e i maestosi progetti per il futuro, tra album, nuove canzoni, tour e anche film e un videogioco… Tutto come quando la coppia Jackson-Dileo si sciolse nel 1989… Stava riprendendo la carriera dal momento in cui era al top, prima che ci fosse l’intoppo…

Come è stato possibile un finale del genere? Sarebbe stato meglio passare altri 4 anni in attesa come dall’assoluzione ad oggi, ma con la certezza di un MJ in buona salute, con la possibilità di vedere nuove apparizioni o anche nuove foto paparazzate in cui ogni volta appariva in modo diverso, con abiti sempre sorprendenti… Con la consapevolezza di poter ricevere qualche messaggio o di poterglielo inviare in qualche modo, magari per il compleanno, come è avvenuto in questi anni… Mantenendo il sogno di poterlo vedere, prima o poi, anche solo di sfuggita o da sotto l’hotel (o anche solo sapendolo all’interno di un hotel, magari visto solo con le foto su internet, ma sapere che è lì)…

Invece adesso purtroppo c’è la consapevolezza che non ci si potrà più neanche accontentare di quel tipo di piaceri, non si potrà più neanche sperare in cose di quel genere. Sapere che MJ non potrà più terminare il suo più grande progetto proprio quando eravamo ad un passo, sapere di non poter più sperare nel riscatto che ci sarebbe potuto essere… Tutto ciò è difficile da accettarlo. Soprattutto sapendo che la sua morte non è stata provocata da inevitabili cause naturali.
L’autopsia ha almeno appurato che non si è trattato di infarto. Non c’entrano niente gli sforzi fatti per prepararsi per i 50 concerti. Stando alle dichiarazioni di Frank Dileo (il suo manager) e a quelle di Kenny Ortega (suo collaboratore per il progetto This Is It), MJ stava bene, era euforico, felice ed entusiasta di ciò che stava per realizzare.
Il medico personale, Conrad Murray (quello che pareva scomparso), è stato ascoltato dalla polizia. Sembra stia collaborando e non sembrano esserci sospetti su di lui. Resta il dubbio, però, che siano state somministrate alcune medicine che non sarebbero dovute essere mischiate con delle altre…
Non rimane che attendere i risultati degli esami tossicologici tra 6 settimane per avere qualche possibile certezza in più.

Ma ora che sappiamo che MJ non è più felice insieme ai suoi figli, non ha più la possibilità di effettuare una nuova Era, non può più inventare nuovi progetti (anche fossero nuovi cofanetti celebrativi), non può più gestire le sue proprietà ed effettuare movimenti finanziari con acquisti e vendite… Ora che sappiamo che non verranno più diffuse nuove foto con nuovi look, cosa ci potremo o dovremo attendere?