Home

3 commenti

In un articolo della rivista "Bravo", disponibile dal 15 settembre in Germania, Akon rivela che il singolo di "Hold my hand" sarà pubblicato per la fine di settembre.
Nel video del duetto tra Akon e Michael Jackson dovrebbe essere presente anche il Re del Pop, stando a precedenti dichiarazioni a riguardo.

Sul conto di MJ, si dice che finalmente il suo ritorno sia stato pianificato per il 2009, quindi ad una certa distanza dall’uscita del singolo di Akon e del cofanetto "King of Pop" realizzato per i 50 anni dell’artista e che ad ottobre uscirà in Italia.
Pare, inoltre, che MJ non abbia intenzione di fare il tour annunciato da tempo, ma non gli dispiacerebbe fare qualche show. Questa notizia, però, sarebbe in contraddizione con quanto affermato fin ora, quindi lascia qualche dubbio… E anche quello affermato precedentemente è abbastanza vago…
L’articolo, poi, dice che MJ si incontrerà presto col produttore Timbaland a Philadelphia.

Nell’attesa di novità concrete e sicure, Michael Jackson sta nuovamente scalando le classifiche mondiali con il cofanetto "KOP" ("King of Pop").
Mentre in Italia deve ancora essere pubblicato, all’estero sono già un paio di settimane che si sta diffondendo ottenendo ottimi risultati. A partire dal debutto al 5° posto nel Regno Unito, dove è poi salito al posto, ma ci sono anche altri risultati entusiasmanti come il 4° posto in Olanda, 4° posto in Australia e soprattutto il 1° posto in Austria!
Proseguendo poi con l’11° posto in Belgio, il 13° posto in Nuova Zelanda, il 19° posto in Germania o anche il 29° posto in Svizzera.

1 commento

Il 29 agosto Michael Jackson ha compiuto 50 anni.
Per questa ricorrenza, la Sony ha già pubblicato in diversi paesi (tra cui Inghilterra, Germania, Francia, Giappone, ecc.) uno speciale cofanetto intitolato "King Of Pop" contenente le 15 canzoni più votate dai fans di ciascun paese.
Anche per l’Italia, seppure in ritardo, è stato deciso di pubblicarne una versione. Questa sarà rilasciata per ottobre.
Il sito per votare le canzoni da inserire è http://new.it.music.yahoo.com/blogs/jukebox/837/vota-la-canzone-per-il-best-of-di-michael-jackson, ma sarà possibile votare solo fino alle 14 del 4 settembre.

E proprio il 29 agosto MJ è stato contattato telefonicamente dal programma della ABC "Good Morning America".
Nella breve intervista ha dichiarato che avrebbe festeggiato con i suoi figli con i quali avrebbe mangiato una torta e guardato dei cartoni animati. Dopo di che sarebbe tornato subito a lavorare. Ha rivelato, infatti, che passa tutto il tempo a comporre musica, cosa che ama, e che ha in programma di realizzare un nuovo album e un nuovo tour, ma non sono stati ancora stabiliti dei tempi. Ha rivelato inoltre che è ancora in grado di realizzare i suoi passi e "anche altro". Ha detto che cerca sempre di migliorarsi e che non vuole "adagiarsi sugli allori". Per il prossimo lavoro dice di volersi ispirare ad artisti come, ad esempio, Fred Astaire e James Brown, e vuole realizzare qualcosa che sia davvero "alla Michael Jackson".
Gli sono state rivolte anche domande sul passato, ed ha quindi dichiarato che il periodo in cui ha realizzato "Off the wall" (1979) e "Thriller" (1982) è stato il migliore della sua vita, mentre le canzoni che più di tutte possono essere considerate come i suoi maggiori successi potrebbero essere "Billie Jean" e "We are the world", ma i suoi capolavori non si esauriscono certo con queste due canzoni.
Per quanto riguarda i figli, ha detto che li fa giocare e divertire, vuole dare loro la possibilità di godersi l’infanzia, per cui lascia fare loro ciò che lui non ha potuto fare da piccolo.
Ha detto, poi, che, se potesse tornare indietro nel tempo e darsi qualche consiglio quando aveva 9 anni, direbbe di essere solido e di "avere una tempra forte per resistere alle grandi pressioni che comporta l’essere famosi". Ha detto, comunque, che ripeterebbe tutto quello che ha fatto nella sua vita perché ama la musica, la danza e l’arte, ma soprattutto perché ha sempre amato lo show business che gli permette di rendere felice la gente attraverso i media.