Album di inediti "Michael"

La Sony Music il 4 novembre ha pubblicato la notizia con cui si comunica ufficialmente la data di uscita del tanto annunciato album di inediti del Re del Pop.
Invece che a novembre, l'uscita è stata posticipata al 14 dicembre 2010.
L'album, intitolato "Michael" contiene una serie di inediti, tra cui "Breaking news", diffusa in anteprima sul sito www.michaeljackson.com, e che pare sia stata composta nel 2007 nel New Jersey e sia stata "completata" di recente. Il fatto che sia stata ritoccata da altri lascia molto perplessi…
Anche le altre canzoni sono registrazioni vocali di MJ ritoccate e riadattate da altri.
Mark Ronson ha rivelato di aver lavorato sulla traccia di "Lovely Way", dichiarando anche: <<Era senza dubbio lui che cantava. Mi è stata data una traccia vocale sulla quale lavorare, ma non ho mai incontrato Michael di persona. La canzone ricorda un po' "Goodbye Yellow Brick Road" di Elton John e "Imagine" di John Lennon>>
Rodney Jerkins
ha dichiarato di non aver lavorato all'album.
In copertina, un'immagine creata nel 2009 da Kadir Nelson: si tratta di un dipinto composto dalle immagini più famose e caratteristiche di Michael Jackson, da "Thriller" a "Captain EO", in un enorme collage con al centro l'immagine di Michael con la corona. In parte ricorda, almeno vagamente, la copertina di "Dangerous", come conformazione. Più che altro, non essendo un'opera approvata da MJ, fa pensare ad un'accozzaglia di "copia/incolla" buttati nel mucchio per fare scena.

Per quanto riguarda le canzoni presenti nell'album, c'è un'interessante articolo, riassunto su mjjforum.it, dove si parla del lavoro fatto da altri su tracce incomplete a cui MJ avrebbe dovuto lavorare durante il "This Is It Tour" a Londra. Vari fans hanno espresso l'idea che forse sarebbe stato meglio pubblicare le tracce originali, seppure incomplete, realizzate davvero da Michael. Senza ritocchi. E che quindi le canzoni presenti sul cd non possono essere considerate realmente di MJ, anche se la voce fosse davvero sua, come si è cercato di appurare (ma non è sicuro).
Ecco il riassunto dell'articolo:
———-
Secondo Vogel vi sarebbero almeno 100 canzoni inedite di MJ che non sono state selezionate per gli album da lui precedentemente pubblicati. E' qui che inizia a parlare del singolo "Breaking News" e delle controversie che lo circondano. Conferma che Jackson ha registrato diversi pezzi nel 2007 con i fratelli Cascio ed un certo James Porte, alias Bobby Ewing. Rivela che l'album "Michael" comprenderà 3 canzoni derivanti da quella sessione, ovvero"Breaking News," "Keep Your Head Up" e "Monster" di cui MJ sarebbe co-autore.
Secondo i Cascio ed altri testimoni, Jackson avrebbe più volte espresso il suo entusiasmo per le tracce ed il suo manager Frank Dileo rivela che MJ aveva ordinato di far inviare a Londra le attrezzature necessarie per la registrazione affinchè potesse portare a termine la sua nuova musica durante i concerti londinesi previsti all'O2 Arena.
L'autore attribuisce le stranezze della performance vocale della popstar in BN al mancato esercizio con il vocal coach Seth Riggs, all'assenza di Bruce Swedien e ad una tecnologia di secondo livello presente nello studio in cui il demo è stato registrato. In realtà, il brano sarebbe un demo-guida supportato dall voce di James Porte prodotto, 4 anni più tardi, da Teddy Riley. Quella stessa voce equivoca di MJ avrebbe poi portato gli esecutori testamentari del patrimonio di MJ ad incaricare l'avvocato Howard Weitzman di condurre un'indagine per verificare l'autenticità della parte cantata del pezzo. L'Estate avrebbe, dunque coinvolto nelle indagini ben 4 tecnici principali di MJ, 3 produttori, tra cui T. Riley, ed uno dei musicisti che ha collaborato con il cantante nel corso degli anni ed ha contribuito alla realizzazione delle tracce dei Cascio. Quest'ultimi, dopo aver ascoltato una versione a cappella del brano, avrebbero tutti confermato che a cantare il singolo sarebbe proprio MJ. Sarebbero giunti alla stessa conclusione anche due dei più famosi musicologi al mondo ingaggiati rispettivamente da Weitzman e la Sony Music.
E' stato inoltre verificato che la voce presente sul brano non appartiene al famoso imitatore di MJ, Jason Malachi.
"Breaking News," "Monster," "Hold My Hand" ed il resto delle tracce contenute in "Michael", come del resto tutte le produzioni postume, sono simili al documentario "This Is It", ovvero sono frammenti di una visione incompleta. Non sono i pezzi brillanti e perfetti che i fans di MJ sono abituati ad ascoltare, ma rappresentano pur sempre il Re del Pop.
———-

Resta comunque qualche dubbio: ma si può considerare questo disco "di Michael Jackson"?
E si possono dare soldi ai responsabili che ci hanno portato a tutto questo?