Michael Jackson ha denunciato i suoi ex consulenti finanziari Bernstein, Fox, Whitman, Goldman & Sloan, suo ex CPA, per aver preso 2,5 milioni di dollari all’anno dai suoi conti, senza utilizzarli per pagare i conti come richiesto. Jackson accusa l’azienda di aver assunto e pagato persone con i suoi soldi, senza la sua autorizzazione, e sembra che l’azienda ha firmato diversi accordi a nome di Jackson senza la sua approvazione.
Nei mesi scorsi, Michael Jackson era stato accusato di essersi rifiutato di pagare il suo staff, ma finalmente ora vengono alla luce questi nuovi fatti che mostrano la reale situazione.
Jackson non dichiara dove sono finiti i soldi, ma dichiara che l’azienda ha violato il suo dovere alla fiducia e che ha mentito sulle sue finanze.
Jackson ha chiesto danni compensatori non specificati, danni punitivi e la piena contabilità. I rappresentanti di Bernstein, Fox, Whitman, Goldman & Sloan non hanno commentato.