Ieri al telegiornale di "La 7" hanno annunciato una notizia su Michael Jackson dicendo che erano state divulgate nuove foto del Re del pop. Pensando che si trattasse di una nuova opera di MJ, magari il famoso brano in onore delle vittime dell’uragano Katrina, ho atteso fiducioso e speranzoso.

Poco dopo c’è stata la batosta! Altro che nuove canzoni o nuovi spettacoli. Si trattava dei soliti pettegolezzi e fotografie scattate contro la volontà del malcapitato vip. Infatti MJ si era recato ad un centro commerciale in Bahrein vestito con l’abito tradizionale da donna che lo copriva da capo a piedi, gli occhiali da sole e i guanti, per non essere riconosciuto e per evitare l’esposizione diretta della pelle alla luce del sole a causa della sua malattia. E’ stato tradito però dalle scarpe da uomo che indossava, così un fotografo ha cominciato a seguirlo e a fotografarlo.

MJ era accompagnato dai figli, anch’essi col volto coperto, e da una donna sconosciuta ai giornalisti.

Comunque la stampa scandalistica dovrebbe essere ridimensionata. Basterebbe una semplice legge che vietasse di pubblicare le foto dei vip se non autorizzati dai vip in questione. Ovviamente, se si tratta di cronaca, sarebbe un altro discorso. Ma se un vip sta passeggiando con i suoi figli, o non si trova ad una manifestazione pubblica, non dovrebbe essere consentita la pubblicazione non autorizzata delle foto. Insomma, dov’è il diritto alla privacy?

Annunci