Celebrazioni del 29 agosto

Ieri a Brooklyn c’è stata la celebrazione organizzata da Spike Lee, regista dei video di "They don’t care about us", per festeggiare quello che sarebbe stato il 51° compleanno di MJ.
Nonostante la pioggia, nel Prospect Park di New York si sono radunati diecimila fans.
Spike Lee, che ha pagato 11 mila dollari per la festa, ha dichiarato "Sono come tutti, amavo il suo talento".
La celebrazione è stata aperta dal reverendo Al Sharpton con una preghiera, dopodiché sono iniziati i balli e i canti sulla musica di MJ messa su dal DJ Spinna, davanti ad una enorme torta bianca con scritto "Happy Birthday Michael Jackson".
Nel finale della festa, durata ufficialmente 5 ore, si è cantato "Happy Birthday" e sono stati rilasciati nell’aria centinaia di palloncini rossi e bianchi.
Infine, è salito sul palco il Presidente del Quartiere di Brooklyn, Marty Markowitz, ed ha proclamato il 29 agosto «Michael "King Of Pop" Jackson Memorial Day» per la città di New York.
Il consigliere comunale Letitia James ha anche suggerito di rinominare la stazione della Metropolitana "Hoyt-Schermerhorn", dove fu girato il video "Bad" nel 1987, dedicandola a "Michael Jackson".

————

Ma quello di New York non è stato l’unico evento in onore di MJ. Commemorazioni e celebrazioni sono state organizzate in tante altre città in tutto il mondo.
A Città del Messico sono scese in piazza 13’067 persone vestite da zombie, come previsto dal progetto "Thrill the world", realizzando il record mondiale per il più alto numero di persone ad emulare contemporaneamente e nella stessa città la coreografia di Thriller. Sempre a Città del Messico, in 50’000 sono andati davanti al monumento della Rivoluzione, dove hanno cantato "Las Mañanitas" (canzone tradizionale messicana per le feste di compleanno).
A Barcellona sono stati in 697 a rievocare la coreografia del più rivoluzionario video della Video-Music.
A Parigi, 2500 persone hanno riempito il Grand Rex, un cinema classificato come monumento storico dal 1981, sul cui schermo, il più grande d’Europa, sono stati proiettati tutti i video del Re del Pop. Per l’occasione, il Museo Grévin ha accettato di prestare la sua statua di cera di MJ.
In India è stato offerto un DVD gratuito con le testimonianze di alcuni attori di Bollywood.
Fans vestiti da zombie hanno ballato anche nel centro di Mosca.
Altre celebrazioni a San Pietroburgo, Sofia, Bucarest, Delhi
Insomma, un omaggio globale al più grande artista di tutti i tempi.

————

Un omaggio al Re del Pop è stato tributato anche da Google che ha utilizzato i mocassini di MJ nel suo logo.

Fonti principali: mjportal.com, la Repubblica e Wikipedia
Annunci