Prima Udienza del Processo per l’Affidamento dei Figli e per l’Eredità di MJ

Il processo per l’affidamento dei figli di MJ e per il passaggio dell’eredità è iniziato.
Ieri 3 agosto, come era stato stabilito, si è avuta la prima udienza.
Erano presenti:
– un avvocato ( Mark Vincent Kaplan) a rappresentare il Dottor Arnold Klein, il quale sosteneva di essere il padre dei primi due figli di MJ; il giudice ha stabilito che non ha prove valide, quindi Prince e Paris sono figli di Michael Jackson e Debbie Rowe.
– un avvocato (Eric George) a rappresentare Debbie Rowe, la quale ha fatto sapere di non avere obiezioni sull’affidamento dei figli a Katherine in modo temporaneo, ma richiedeva di ritardare la decisione per l’affidamento definitivo; il giudice ha affidato in via definitiva i tre bambini a Katherine Jackson. Debbie Rowe potrà comunque visitare con regolarità Prince e Paris. Inoltre, continuerà a ricevere il denaro che era stato previsto con il precedente accordo con MJ…
Katherine Jackson (accompagnata dai suoi figli Randy, LaToya e Rebbie): ha ottenuto una copertura finanziaria per i primi sei mesi dalla morte di MJ, mentre i tre figli di MJ avranno un assegno mensile per il loro mantenimento pari all’83% del denaro richiesto dagli avvocati.

Per quanto riguarda l’eredità, il giudice ha accettato come prova il testamento di MJ del 2002.
Katherine Jackson ha ritirato il ricorso con cui chiedeva di diventare co-esecutrice della gestione del patrimonio perché lo aveva presentato prima di venire a conoscenza del testamento.
La gestione del patrimonio, dunque, è stata affidata ai legali John Branca e John McClain, come indicato nel testamento.
Proprio John Branca ha fatto sapere di aver raggiunto un accordo con la AEG per quanto riguarda la vendita esclusiva del merchandise e per le rirpese delle prove legate al This Is It Tour. Ad ogni modo, su questo tema se ne discuterà in un’altra udienza fissata per lunedì prossimo.

Annunci