Continuano le indagini sulla morte di MJ.
Stando ad alcune fonti, sembra che la morte di MJ potrebbe risalire ad alcune ore prima che venissero chiamati i soccorsi al 911.
Secondo la cuoca, già verso le 9 c’erano stati segnali strani, come il fatto che non fosse stata richiesta la colazione da portare a MJ.
Sempre verso quell’ora, sembra che Murray incaricò due sue assistenti di Houston di prelevare degli scatoloni di materiale da un magazzino. Le due assistenti negano di aver ricevuto la telefonata da Murray, ma si contraddicono quando dicono cosa hanno preso nel magazzino: una dice di aver preso una scatola di aghi usati (o roba del genere), l’altra dice di aver preso una sedia.

Murray, inoltre, il cui contratto con la AEG prevedeva 150 mila dollari al mese, aveva ben 770 mila dollari di debiti.

Nelle ultime due settimane ci sono state perquisizioni nell’ufficio di Murray ad Houston, e nella sua casa a Las Vegas, sebbene quest’ultima perquisizione è stata attuata con parecchio ritardo a causa di un inspiegabile ritardo nel concedere il mandato da parte della polizia di Las Vegas.

Infine, la pubblicazione dei risultati dell’autopsia è stata rimandata a data non definita. Sembra ci siano degli elementi che non si vuole vengano divulgati per non rovinare le indagini in corso.

Annunci