QUESTIONI POCO CHIARE:

Autopsia

I risultati della prima autopsia, sebbene non fossero in grado di stabilire le cause della morte, parlavano di un corpo in salute, senza segni che facessero pensare ad infarto o dolo.

La famiglia Jackson ha ritenuto tali risultati insoddisfacenti, richiedendo una seconda autopsia.

Dalla seconda autopsia il Sun diffonde la notizia che il corpo era pieno di lividi sul torace, sulle spalle e sulle gambe, presentava costole rotte, lesioni interne e risultava imbottito di pasticche.

Il Coroner smentisce solo alcuni dettagli (palesemente inventati) con cui era stato condito l’articolo, e dichiara che alcuni altri dettagli presentano delle imprecisioni.

  • Qual era lo stato reale del corpo di MJ?

  • Dove sono stati individuati i lividi, quali lesioni interne ed esterne sono state riscontrate e da cosa sono state provocate?

  • Soffriva realmente di insonnia come qualcuno ha sostenuto?

  • Quali prodotti assumeva per tenere sotto controllo Lupus e Vitiligine, quali altri prodotti assumeva e per quali ragioni?

  • Se gli veniva somministrato realmente un prodotto come il Diprivan, MJ era consapevole di cosa fosse quel medicinale?

  • Quali sostanze sono state trovate realmente nel corpo di MJ e in quali quantità?

  • Nel corpo di MJ sono stati ritrovati medicinali e prodotti che solitamente non assumeva?

  • I segni e le lesioni sul corpo di MJ potrebbero lasciar presupporre che ci siano state delle violenze e un’assimilazione forzata dei medicinali ritrovati nel corpo di MJ?

  • Della “montagna” di farmaci che sono stati ritrovati dopo 8 giorni all’interno della casa, quanti di essi non venivano realmente assunti da MJ solitamente?

Indagini

La “montagna di medicinali” nella casa in cui è morto MJ viene ritrovata dopo 8 giorni, dopo che già c’erano state altre ispezioni accurate in cui non era emerso nulla.

Il ritrovamento accade il giorno dopo il coinvolgimento della DEA.

La casa non era stata sigillata ed era stato permesso anche a Janet di prendere oggetti personali e documenti.

  • Qual era lo stato reale della casa durante le prime ispezioni e perché non erano stti ritrovati i medicinali?

  • L’arredamento presentava qualche elemento sospetto che potesse far pensare ad un ambiente in cui si fossero inquinate le prove?

  • Ci sono differenze tra lo stato della casa durante la prima ispezione, l’ispezione del 29 giugno in cui era presente certamente anche un fotografo, e lo stato in cui era al ritrovamento dei medicinali il 3 luglio, con la terza ispezione?

  • Come mai il ritrovamento avviene solo dopo otto giorni di indagini e dopo il coinvolgimento della DEA?

  • Come mai la casa non era stata sigillata?

  • Oltre Janet e in séguito al suo passaggio nella casa, chi altri vi è entrato?

  • E’ possibile che altri si siano intrufolati nella casa?

  • Dato che MJ non era depresso, dato che la “montagna” di medicine non è stata ritrovata con le prime ispezioni, dato il ritrovamento sospetto di una tale quantità di farmaci e del tipo di farmaci (tra cui Diprivan usato per le anestesie, il Metadone per gli eroinomani, il Fentanyl per malati terminali), da dove arrivano quei medicinali?

Il medico Murray

Il medico aveva ottenuto l’ingaggio esattamente 11 giorni prima della morte di MJ. Secondo alcune fonti, sarebbe stato ingaggiato dalla AEG per seguire MJ per tutto il TII Tour.

Secondo i dati rilasciati l’11 luglio, i medicinali che hanno provocato la morte di MJ sarebbero stati iniettati approssimativamente almeno verso le 11:10.

Le procedure di rianimazione effettuate dal medico sono state criticate da altri cardiologi, essendo emerso che il massaggio cardiaco lo ha praticato lasciando il corpo di MJ sul letto.

Murray è rimasto irreperibile per 24 ore dopo la morte di MJ, aveva abbandonato Los Angeles senza firmare il certificato di morte ed era arrivato a Houston.

  • In che modo era riuscito a diventare il medico personale di MJ?

  • Qualcuno aveva fatto in modo che ricoprisse tale carica? Chi e perché?

  • Cosa gli somministrava solitamente e cosa gli ha somministrato il 25 giugno?

  • Se è vero che non è stato lui a somministrare le eventuali sostanze che hanno portato MJ alla morte, come lui sostiene, chi altri è stato?

  • MJ ha incontrato qualcuno o è successo qualcosa di sospetto nella mattina del 25 giugno?

  • Chi era presente quando MJ ha avuto l’attacco cardiaco?

  • Si è detto che alcuni medicinali, come gli anestetici, gli venissero somministrati come sonnifero. MJ è tornato a casa alle 24:30 della notte tra il 24 e il 25 giugno. Come si spiega il fatto che i medicinali gli sono stati somministrati dopo le 11 a.m.?

  • Cosa ha fatto esattamente il medico in quei 30 minuti circa, da quando ha ufficialmente scoperto MJ privo di sensi alla telefonata al 911?

  • Dato che da giorni Murray abitava con MJ in quella stessa casa, la quale oltretutto è ubicata in Sunset Boulevard, una delle strade più famose al mondo, come mai ha dichiarato che non conosceva l’indirizzo della casa per giustificare il fatto di non aver chiamato i soccorsi personalmente?

  • Perché ha effettuato il massaggio cardiaco sul letto?

  • Si voleva semplicemente inscenare un tentativo di salvataggio?

  • Dove è stato di preciso Murray nelle 24 ore successive alla morte di MJ in cui si erano perse le sue tracce?

  • Si è incontrato con qualcuno?

  • Perché era giunto fino a Houston senza neanche firmare il certificato di morte, e cosa lo ha spinto ad abbandonare tanto rapidamente Los Angeles?

  • Ha portato via qualcosa dalla casa in cui è morto MJ?

Diritti musicali

La Toya ha dichiarato che MJ disse che temeva di essere ucciso per la quota che deteneva sul Catalogo Sony/ATV.

Dopo il boicottaggio subìto nel 2001 dalla Sony, MJ si schierò contro il mercato dominato e controllato dalle etichette discografiche che imbrigliano gli artisti e frenano la libertà di creazione e diffusione musicale.

Le canzoni che ha continuato a comporre ininterrottamente in tutti questi anni e l’album che aveva intenzione di pubblicare durante i concerti del TII Tour non appartengono a nessuna etichetta discografica. Ora, però, la Sony ed altre società si stanno facendo avanti per cercare di ottenerle e pubblicarle sotto il loro marchio.

MJ aveva creato nel 2006 una propria etichetta discografica, la “Michael Jackson Company Inc”.

  • Dato che il contratto con la Sony era saltato, o comunque la Sony poteva non beneficiare delle nuove realizzazioni di MJ, sarebbe stato “scomodo” se MJ avesse pubblicato in modo autonomo le sue canzoni, unendosi agli altri artisti con meno fama globale che già si sono schierati contro il bavaglio delle etichette discografiche?

  • MJ avrebbe pubblicato il nuovo materiale con la sua società?

  • Il ritorno economico che MJ avrebbe ottenuto, gli avrebbe permesso di mettere al sicuro la sua quota del 50% del Catalogo Sony/ATV, e magari anche acquistare qualche punto percentuale ulteriore?

  • Ora che MJ non è più a garanzia dei debiti di cui si vocifera, e non essendoci più MJ che può ideare progetti di sicuro successo che possano far ottenere rapidamente denaro, se venisse venduta la quota del Catalogo Sony/ATV o una parte di quella quota, chi ne beneficerebbe?

  • Adesso che MJ è morto, la Sony ha maggiori probabilità di aumentare la quota del Catalogo Sony/ATV e di ottenere anche i diritti per il nuovo album e per gli oltre 150 inediti incisi da MJ in questi ultimi anni?

  • La morte di MJ comporta la mancata realizzazione dei concerti che si annunciavano i più attesi e spettacolari della storia, la mancata pubblicazione dei singoli secondo l’ordine e le modalità scelte da MJ, la mancata rifinitura del sound delle canzoni che solitamente precorrono i tempi ed influenzano la musica successiva, la mancata realizzazione dei video musicali colossali e all’avanguardia come nello stile di MJ, il mancato riscatto di MJ e dei suoi fans che avrebbe fatto diventare palese la manipolazione mediatica dei fatti nel corso degli ultimi 25 anni ed avrebbe segnato un riscatto anche per le tematiche di giustizia e solidarietà. Tutto ciò permetterà di evitare una nuova svolta musicale globale, il rilancio di innovazioni artistico-musicali, il rilancio delle tematiche sociali e benefiche, la dimostrazione che le etichette discografiche bloccano lo sviluppo artistico e non sono necessarie, e conseguentemente farà restare il mondo musicale bloccato sugli attuali standard musicali e culturali atrofizzati, che frenano la cultura e lo sviluppo solidale?

  • La Sony ci avrebbe guadagnato qualcosa se MJ avesse realizzato tutto ciò? Quanto potere avrebbe perso con il ritorno autonomo in grande stile di MJ, e quanto invece ci sta guadagnando ora che MJ non c’è più?

Progetto This Is It

Secondo alcune fonti, è stata la AEG ad aver ingaggiato Murray per seguire MJ per tutta la durata del Tour.

Nonostante MJ abbia superato le visite mediche, nel contratto con l’assicurazione la AEG ottiene due clausole che prevedono il rimborso delle spese sostenute in caso di morte di MJ per overdose di farmaci o droghe o anche nel caso venga dimostrato uno stato di cattiva salute preesistente.

Murray è stato assunto a soli 11 giorni dalla morte di MJ.

I diritti per il merchandising e per le immagini delle prove del This Is It sono detenuti dalla AEG e la Universal.

  • Perché MJ avrebbe dovuto chiedere di cambiare medico personale ad un solo mese dall’inizio dei concerti?

  • E’ possibile che la AEG spinse MJ ad accettare Murray come medico personale per tutto il Tour, imponendoglielo come medico di fiducia della AEG che avrebbe dovuto tenere informata la società e garantire sulle condizioni di salute di MJ?

  • Randy Phillips ha dichiarato che avrà per i fans lo stesso rispetto che aveva per MJ. Far pagare 60£ o di più un biglietto di un concerto che non si farà mai, denota rispetto?

  • Se da quelle 60£ rientravano i soldi per i biglietti, ma anche per lo stipendio e i compensi a tutto lo staff tecnico e artistico, come anche quelle entrate permettevano di ripagare l’allestimento del palco, le spese per le prove, le spese per la corrente e l’attrezzatura, ecc., ora che non dovranno essere più sostenute tutte queste spese e che non non ci sarà alcun concerto, perché non hanno inviato il biglietto insieme ad un rimborso parziale del prezzo di partenza?

  • A quanto ammontano realmente i costi per la stampa di ciascun biglietto?

  • Quanto guadagnerà la AEG con la vendita dei biglietti souvenir, tutto il merchandising, lo/gli show celebrativi e la pubblicazione del DVD delle prove del TII, visto anche il fatto che non si dovranno più sostenere tutte le spese che erano state previste per i prossimi 9 mesi?

  • MJ era risultato in grado di sostenere i 50 concerti, e comunque risultava in buona salute. Come mai nell’assicurazione fu prevista la possibilità di rimborso in caso di morte di MJ per overdose di farmaci o droghe, o anche se fosse stato dimostrato uno stato di cattiva salute preesistente?

  • Come mai le due clausole previste affinché l’assicurazione copra le spese sostenute dalla AEG sono proprio le due tesi che i mass-media hanno tentato di far passar nell’opinione pubblica, pubblicando da sùbito menzogne e falsità?


Complotti

Nel passato sono emersi vari complotti ai danni di MJ. Ecco le tappe principali di questi ultimi 25 anni.

Tra il 1984 e il 1985, MJ acquista una quota del Catalogo Sony/ATV ed estende il suo impegno umanitario ad un livello globale (ad esempio, il progetto “USA for Africa”).

Iniziano gli attacchi e le diffamazioni giornaliere con notizie false atte a metterlo in cattiva luce davanti all’opinione pubblica (ad esempio, le storie false sulla camera iperbarica, sugli interventi chirurgici, sullo schiarimento della pelle, e tutto ciò che è stato costruito intorno a queste menzogne).

Dalla Bad Era, MJ inizia a criticare i mass media, che inventano falsità contro di lui e non spingono verso la risoluzione dei veri problemi dell’umanità, come la fame, le guerre e la povertà nel mondo. Anzi, spesso i fatti importanti vengono coperti dai mass media, i quali fanno capo solitamente ad una ristretta cerchia di persone dominanti o vengono influenzati da essi (un esempio è Murdock, che tra l’enorme quantità di televisioni, giornali e riviste, è proprietario del Sun inglese, uno dei principali tabloid ad aver inventato tante falsità poi riprese da tutti gli altri mass-media, è proprietario della statunitense Fox News, televisione estremamente ostile a MJ che ha fatto da cassa di risonanza di tante malignità, e l’italiana Sky, televisione che solo in Italia viene considerata di alto livello perché confrontata con TG1, TGCOM e company che, come gran parte dei quotidiani italiani che vivono solo grazie ai finanziamenti pubblici, finiscono per fare capo sempre alla stessa persona, magari tramite amici e parenti).

Il successo di MJ non diminuisce, come anche il suo impegno umanitario e i suoi messaggi sociali, così nel ’93 escono le false accuse di molestie su minori che apportano un durissimo colpo a MJ e segnano un punto d’arresto nella sua carriera (la sua intenzione di entrare nel mondo del cinema non si concretizza, cade in depressione).

MJ si rialza, nonostante continuino gli attacchi mediatici (ad esempio per l’uso del playback durante i concerti, come se gli altri cantanti non lo usassero, o anche le malignità sul matrimonio con la Presley, ecc.).

Nel 2001, MJ entra in contrasto con la Sony per delle imposizioni a cui MJ non vuole piegarsi, e manifesta l’intenzione di abbandonare l’etichetta discografica. La Sony boicotta “Invincible”, non pubblicizzandolo. Il video “Cry” viene realizzato senza neanche la collaborazione con MJ. Il video di “Unbreakable”, a cui avrebbe partecipato anche Mel Gibson, non viene mai realizzato.

MJ si schiera contro la Sony e contro le imposizioni delle etichette discografiche, anche con un discorso tenuto a Londra il 15 giugno 2002.

MJ annuncia che il suo nuovo album non verrà pubblicato con la Sony.

Nel 2003, Martin Bashir realizza le riprese del documentario “Living with Michael Jackson” in cui anche lui elogia MJ. Tornato in Inghilterra, per qualche motivo finisce per montare le immagini ed inserire commenti che verranno strumentalizzati dalla stampa in modo da far apparire MJ come un mostro. Ascoltando bene le parole di MJ, e guardando il contro-documentario “Take Two”, appare evidente la manipolazione fatta dalla stampa e l’assenza di elementi scabrosi (come ammesso dallo stesso Bashir dopo la morte di MJ).

Da questo episodio nel 2003 nasce il secondo attacco per molestie su minori, portato avanti da Thomas Sneddon (come nel 1993). In cerca di testimoni, Sneddon arriva anche in Australia per provare a convincere qualche ragazzino a testimoniare contro MJ, ma senza troppo successo. Tra i testimoni dell’accusa, ci sono dei dipendenti di MJ che erano stati licenziati per aver rubato a Neverland.

Nel 2005 MJ viene assolto.

Nel 2006 si scopre un tentativo fatto da precedenti consiglieri e associati per far unire avvocati, venditori e creditori contro MJ per fare in modo che MJ finisca in bancarotta.

Alla fine del 2006 MJ denuncia il suo staff finanziario, Bernstein, Fox, Whitman, Goldman & Sloan. Lo staff, invece di fare gli interessi di MJ, si era appropriato di circa 2,5 milioni di dollari all’anno, non effettuava i pagamenti richiesti da MJ, assumeva persone coi soldi di MJ senza la sua autorizzazione e firmava accordi a nome di MJ senza che lui ne sapesse niente.

Sempre nel 2006, MJ crea una propria etichetta discografica, la “Michael Jackson Company Inc”.

Dal 2008, MJ e la Bain entrano in contatto con la AEG.

Nel 2009 MJ riassume Dileo, annuncia i concerti del ritorno (i ballerini avevano un contratto per 3 anni, quindi dopo Londra MJ sarebbe andato anche in altre città), ha in preparazione un nuovo album, singoli, video, materiale di sua ideazione, impegni cinematografici (come nella Bad Era).

MJ è in ottima forma, non è dipendente da farmaci, è entusiasta del progetto che sta per realizzare e non vede l’ora di esibirsi davanti ai suoi fans e per la prima volta anche davanti ai suoi figli, come testimoniato dalle persone vicine a MJ.

I tentativi di distruggerlo sembrano non essere andati a buon fine, ed il riscatto a portata di mano. Il periodo della crisi e degli scandali degli anni 1993/2005 sembra ormai concluso.

MJ muore la settimana prima di lasciare gli Stati Uniti.

Il pericolo che riesca a rialzarsi di nuovo alla grande, come ha sempre saputo fare dopo tutti gli attacchi del passato e come stava per fare ancora una volta, viene scongiurato.

Non ci sarà nessuna Nuova Era musicale, nessuna rivoluzione nel sound, nessun’opera d’arte nella video-music che tradizionalmente ha sempre accompagnato le Ere di MJ. Non ci sarà il ritorno in grande stile, il riscatto dopo gli attacchi, la dimostrazione definitiva della falsità delle notizie diffuse dai mass-media e della loro inaffidabilità, la dimostrazione che un’alternativa alla cultura e alle imposizioni delle etichette discografiche è possibile. Non ci saranno i grandi incassi per MJ e la beneficenza che ne sarebbe conseguita. Non ci sarà più MJ a salvaguardare le sue proprietà e il Catalogo Sony/ATV. I nuovi sogni di MJ non si concretizzeranno per i fans, MJ non ritirerà più premi e non rilascerà più messaggi di pace, amore e solidarietà all’umanità intera, oltre che ai fans. Il sistema delle multinazionali è salvo, nessuna alternativa verrà più mostrata al grande pubblico globale.

L’unico messaggio che continuerà ad essere trasmesso sarà quello in stile gangsta-rap, basato su macchine truccate, donne oggetto, soldi, armi, esaltazione dei ghetti e della cultura criminale, esaltazione dell’esercito e delle forze d’invasione. Ciò che quel ristretto gruppo di persone che controllano i mass-media vogliono che venga diffuso.

  • Tralasciato qualcosa?

 

Annunci