Da quanto si apprende dal quotidiano "la Repubblica", Tom Barrack, il presidente della Colony Capital, ha dichiarato di avere l’intenzione di trasformare il Neverland Ranch in un nuovo parco a tema.
La Colony Capital è la società che nel 2008 aveva costituito la Sycamore Ranch LLC insieme allo stesso Michael Jackson, e che quindi ora è conproprietaria di Neverland, una proprietà di 11 mila chilometri quadrati.
Già dal momento di quell’acquisto, era stata ipotizzata la possibilità di realizzare un nuovo parco scollegato dall’immagine di Peter Pan.
Barrack ha dichiarato che si tratterà di un luogo privato che conterrà vigneti, pascoli e natura. Secondo le sue dichiarazioni, nella proprietà "sorgerà un museo con locali d’intrattenimento dove custodire tutto il patrimonio portato in scena con Jackson, la storia del musicista, i suoi oggetti, le sue canzoni e un Thriller Casinò in onore dell’album più venduto di tutti i tempi".
Ha detto, inoltre: "E’ proprio la recessione a rendere la pop star un investimento attraente perché il suo valore ultimamente è stato trascurato. L’azienda Jackson non è esposta a rischi perché il valore di Neverland e le relative attività costituiscono la migliore garanzia. Michael è un uomo molto ricco il cui patrimonio in diritti d’autore, da solo, supera di gran lunga il suo debito attuale. Ancora oggi Jackson è una star che può valere 500 milioni di dollari all’anno. Il mio tipo d’investimenti è diversificato e non mi focalizzo mai su alcune tipologie. Ma soprattutto, sono alla ricerca di asset che hanno grandi possibilità di essere valorizzati perché si trovano in difficoltà o sono al momento sottovalutati".

Nell’articolo, viene ipotizzato anche un accordo con il produttore di concerti Philip Anshutz, che prevederebbe un tour di tre anni, a partire dai 50 concerti di Londra, oltre che un nuovo album, un film e qualche altro accordo con riviste musicali (forse qualche intervista in esclusiva o servizi fotografici).

Annunci