Secondo una ricerca effettuata da mjjforum.it, alcuni prodotti di cui tanto si parla ultimamente e che stanno venendo messi in commercio (e di cui ne ho anche accennato nel blog, in un paio di casi) in realtà sarebbero delle truffe. Si tratterebbe, infatti, di cose spacciate per prodotti ufficiali della Sony o di società di Michael Jackson, mentre le società che realizzano tali prodotti non avrebbero niente a che fare con il Re del Pop, ma sfrutterebbero il suo nome e l’affezione che i fans hanno per lui per guadagnarci sopra.

Ma vediamo cosa sarebbe stato scoperto con queste ricerche, intensificatesi quando si è scoperto che l’editore di “Thriller 25 – The Book” è la ML Publishing Group Ltd, società che sembrerebbe essere andata a sostituire la MJJ Licensing, ereditando anche la caratteristica di mettere in commercio prodotti spacciati per ufficiali ma che non essendolo rappresenterebbero una truffa ai danni dei fans.

La MJJ Licensing era di Dieter Wiesner, ex manager della società Michael Jackson Mystery Holdings, fondata da Wiesner nel 1996 insieme a Karl Neubacher, che aveva la licenza per commercializzare vari gadget e prodotti tra i quali il più famoso è la bevanda energetica “Mystery” durante la “HIStory Era”.

Ben presto, della società Mystery non se ne seppe più niente, anche se sembra che esista ancora con sede ad Hong Kong.

Alla Mystery, però, Wiesner affiancherebbe la MJJ Licensing, la cui attività resterebbe sempre quella di pubblicare foto, marchi e merchandising legato a Michael Jackson.

Nel dicembre 2003 sembra che Michael Jackson abbia rimpiazzato Wiesner con la Nation of Islam, organizzazione che si sbarazzò dei vecchi consulenti. Un mese dopo MJ subì il famoso arresto per la montatura delle accuse di pedofilia dimostratesi infondate.

Nonostante Wiesner non lavorasse più per Michael Jackson, pare che continuasse a pubblicare materiale dicendo che era ufficiale.

Tra il 2004 e il 2007, Wiesner avrebbe ceduto la MJJ Licensing a Stefan Muenstedt, altro tedesco che pare abbia continuato a pubblicare materiale jacksoniano senza licenze o concessioni.

Di Wiesner si tornerà a parlare nel 2007, quando intenta una causa contro MJ sostenendo che gli aveva prestato dei soldi in passato e richiedeva 30 milioni di dollari. La causa si concluse nel settembre 2007 con un accordo tra le parti di cui non sono stati diffusi dettagli.

Comunque, alla fine del 2006 la MJJ Licensing pubblica il calendario 2007 di Michael Jackson, pubblicizzato come ufficiale anche se la MJJ Licensing non sarebbe più legata a Michael Jackson.

Ma il caso più eclatante sarebbe quello del libro My World – The official photobook – Vol.1, pubblicizzato come libro fotografico ufficiale dalla MJJ Licensing nei primi mesi del 2007.

Michael Jackson, però, pare abbia dichiarato di non essere a conoscenza del photobook, smentendo quanto affermato dalla MJJ Licensing, e di non averlo mai autografato, per cui gli autografi sulla copertina e all’interno del libro sarebbero falsi. Avrebbe detto, inoltre, di non sapere nulla della canzone pubblicata nel libro, “You are so beautiful”, che gli veniva attribuita.

A questo punto sembra che sia accaduto qualcosa: o con il processo con Wiesner, o con qualche altro processo, Michael Jackson pare si sia riappropriato dei diritti per la pubblicazione di materiale inedito.

Alla fine del 2007 la MJJ Licensing annulla la pubblicazione del calendario “ufficiale” 2008.

All’inizio del 2008 viene annullata la pubblicazione del secondo volume di “My World”, atteso verso aprile.

Si ipotizza che possa essere dovuto proprio al fatto che Michael Jackson si sia riappropriato dei diritti per il materiale inedito.

Comunque, la MJJ Licensing sembra scompaia, e al suo posto sarebbe comparsa la ML Publishing Group Ltd.

Arriviamo al giugno 2008, circa. Sulla scia delle iniziative della Sony per festeggiare i 25 anni di “Thriller”, la ML Publishing era sul punto di rilasciare il libro intitolato “Thriller 25 – The Book.

Proprio a giugno, la portavoce ufficiale di Michael Jackson, Raymone K. Bain, avrebbe rilasciato un comunicato ufficiale a mjjshop.com in cui avrebbe dichiarato: “Non sono a conoscenza di alcun libro scritto di recente dal signor Jackson […] Il signor Lopez [Peter Lopez, attuale avvocato di Michael Jackson che ha curato a livello legale i dischi “Thriller 25” e “King Of Pop”] ha detto di non sapere nulla di questo libro che non è appunto ufficiale”.

Il sito mjjshop.com avrebbe deciso di non vendere il libro, la cui pubblicazione inizia a slittare. Verrebbero cancellate le edizioni tedesca e francese.

Il libro diventa reperibile solo in inglese, e solo online tramite siti come e-bay e Amazon. Sembra che venga messo in vendita dalla Germania, si dice dallo stesso autore che viene fatto risalire al proprietario della ML Publishing.

Solo in Brasile pare che il libro venga abbinato al cofanetto “King Of Pop”, nonostante a settembre i fans brasiliani sembra si siano messi in contatto con la Sony BMG Brazil che avrebbe smentito l’ufficialità del libro e avrebbe dichiarato di non essere a conoscenza del progetto.

Anche Amazon.co.uk sembra abbia cancellato l’inserzione del libro.

I fans che entrano in possesso del libro hanno constatato che i loghi di Sony e della MJJ Productions sono presenti, ma sarebbero stampati solo all’esterno del cartoncino/custodia, mentre nel libro non ce ne sarebbe traccia.

Per il materiale pubblicato nel libro, sembrerebbe che consista in fotografie già edite in passato e reperibili online. Non ci sarebbe materiale inedito, quindi.

Inoltre, chi ha fatto tali ricerche avrebbe raccolto più testimonianze di fans francesi che affermerebbero che le foto, la carta e l’impaginazione risulterebbe scadente, di una bassa qualità inaspettata visto il prezzo elevato del prodotto oscillante intorno ai 30€. In alcuni casi, avrebbero avuto l’impressione di scansioni di fotografie o screenshot stampati a bassa risoluzione.

Tutto ciò, si aggiungerebbe al fatto che il libro non è disponibile nei negozi e non è pubblicizzato dalla Sony, la quale non parla di questo libro nei suoi siti. Questo, aggiunto alla smentita ufficiale, avrebbe convinto i fans francesi sulla non ufficialità del prodotto e quindi si tratterebbe di una truffa ai danni dei fans, visto che i prodotti sono spacciati per ufficiali anche se sembra che siano prodotti approssimativi fatti da una società non legata né a Michael Jackson, né alla Sony.

Dopo queste testimonianze, sembra che la ML Publishing abbia giustificato la bassa qualità delle foto dicendo che su e-bay era stata messa in vendita una versione sperimentale, mentre la versione definitiva sarebbe uscita in seguito, e sarebbe quella di cui si è parlato in queste settimane e pubblicizzata come la seconda edizione di “Thriller 25 – The Book.

I fans che hanno effettuato queste ricerche, controllando gli account pay-pal associati ai vari nomi che vendono il libro su e-bay, sembra abbiano scoperto che risulterebbero intestati solitamente alla MJ Merchandising, altra società che apparterrebbe sempre a Stefan Muenstedt.

Lo stesso Stefan o qualcuno a lui associato si nasconderebbe dietro il nickname “Korgnex”, nome che userebbe in vari forum. In seguito alle presunte smentite della Sony, lo stesso Korgnex avrebbe dichiarato che la Sony è una compagnia musicale che non si occupa di libri o calendari, ed in tal modo avrebbe ammesso di fatto che il logo della Sony sulla custodia del libro sarebbe utilizzato illegalmente.

La Sony BMG pare abbia diffuso comunque una lista dei prodotti ufficiali messi in commercio in questo periodo, come il vinile di “Thriller”, il videogioco online “MJ Dance”, il cofanetto “King Of Pop”, e la serie “Thrillercast”, ma non ci sarebbe traccia del libro “Thriller 25 – The Book”.

All’interno di “Thriller 25 – The Book”, sembra che sia segnalato anche il sito www.thriller25.com che sembra appartenere proprio a Stefan Muenstedt e che ora consiste in un semplice reindirizzamento al sito ufficiale www.michaeljackson.com.

A proposito, gli stessi fans avrebbero effettuato ricerche approfondite su vari siti.

Innanzitutto su www.ml-publishing.com, attualmente ancora in costruzione e di cui è disponibile solo la homepage. La società si presenta come “ML Publishing Group LLC”, società editrice che si occupa di libri, calendari e merchandising che dovrebbe trovarsi ad Orlando e New York (USA), a Londra (UK) e a Zurigo (SVI). Guardando le informazioni sul dominio, sarebbe emerso che il sito in realtà risiederebbe in Francia e sarebbe intestato alla Fifatainment Ltd di Stefan Muenstedt situata in Germania.

Tra i contatti indicati sul sito c’è anche un certo Gary McAllister, nome di un ex calciatore che sarebbe stato scelto da Stefan Muenstedt data la sua grande passione per il Calcio.

Inoltre questa società pare non risulti sui registri delle società Llc o Ltd.

Dall’indirizzo IP del sito della ML Publishing, questi fans sarebbero risaliti ai dati degli altri siti che si trovano sullo stesso server, sul quale risiederebbe anche Mijac.com, sito associato a mjdatabank.com che si dice avesse venduto poster non ufficiali con “autografi” di Michael Jackson spacciandoli per ufficiali. L’amministratore di mijac.com risulterebbe essere ancora Stefan Muenstedt con sede in Germania.

C’è poi il fansite mijac.de, anche questo intestato a Stefan Muenstedt con sede in Germania.

Invece i siti MichaelJacksonShop.com e MichaelJacksonShop.de sembra risultino registrati a nome di un certo Tim Simon, a cui apparterrebbe una società chiamata MJJ Official Products LLC, ma quando si giunge alle informazioni sul responsabile per i pagamenti si scoprirebbe che si tratta nuovamente di Stefan Muenstedt.

L’unica differenza tra i due siti è l’indirizzo a cui risulterebbe risiedere Tim Simon: per il sito .com la società risulterebbe in California, mentre per quello .de la MJJ The Official Products LLC risulterebbe in Germania.

Infine ci sarebbe mj-merchandising.com, che pare sia stato aperto nel 2005 dalla MJ Merchandising LTD che avrebbe venduto il calendario del 2005 edito dalla MJJ Licensing, e nei cui crediti pare comparisse Stefan Muenstedt.

E ovviamente, come accennato in precedenza, ci sarebbe thriller25.com, intestato a Stefan Muenstedt stavolta pare con sede dichiarata in Svizzera, che sarebbe stato spacciato per nuovo sito ufficiale di Michael Jackson ma quasi subito riconvertito a semplice reindirizzamento che fa visualizzare i contenuti di www.michaeljackson.com.

Oltre a libri e calendari, l’altro ambito in cui si sfrutta illegalmente l’immagine di Michael Jackson è il merchandising, l’altro campo di cui si occupa proprio la ML Publishing.

Stavolta, i prodotti non ufficiali che sarebbero stati scoperti dagli stessi fans arriverebbero dal Giappone.

Si tratterebbe delle serie di statuette che riproducono il Michael Jackson Zombie del video “Thriller”, ma anche quelle che riproducono Michael Jackson in stile “Billie Jean”.

Entrambe sarebbero state rilasciate dalla Ecbizz Japan Co., Ltd., Tokyo/Japan ma non è ancora chiaro se questa società può essere riconducibile alla vecchia MJJ Licensing.

Annunci