Dopo nove anni di assenza dalla Gran Bretagna e dopo tutte le varie vicende legali, finalmente il Re del Pop è tornato sotto i riflettori inglesi che lo hanno visto tra i protagonisti della premiazione per i World Music Award, svoltasi ieri.

Michael Jackson, dopo aver effettuato il tradizionale passaggio sul tappeto rosso, durante la cerimonia ha ricevuto il Diamond Award, premio che viene assegnato agli artisti che superano i 100 milioni di copie vendute.

Questo premio giunge proprio nell’anno in cui "Thriller" compie i 25 anni dalla realizzazione. "Thriller" si aggiudica anche il record di album più venduto della storia, avendo raggiunto ormai le 104 milioni di copie vendute in tutto il mondo, come dice lo stesso Michael Jackson al momento dei ringraziamenti.

Anche per questa ricorrenza, molti giornalisti avevano ipotizzato che Jackson si sarebbe esibito cantando "Thriller" e realizzando le stesse coreografie di un tempo. Almeno dal 9 novembre però persone vicine a MJ avevano iniziato a dichiarare che la performance di Jackson sarebbe stata sulle note di "We are the world", così, quando finalmente poco prima della manifestazione, si è saputo con certezza che MJ non avrebbe cantato "Thriller" i giornalisti sono rimasti delusi. Basti vedere i vari articoli che trattano la questione come se Jackson non si fosse esibito cambiando idea all’ultimo momento e dichiarano che è stato un flop.

In realtà, le coreografie di "Thriller" sono state effettuate da altri ballerini per omaggiare il Re del Pop, e successivamente anche Michael Jackson è comparso sul palco dove era atteso da un grande coro di ragazzi e insieme hanno intonato "We are the world".

Insomma, anche l’esibizione c’è stata. Ovviamente i tentativi di screditare anche questa performance sono ben visibili. Non viene detto invece che Michael Jackson finalmente è tornato sul palcoscenico dove era evidente che si fosse ormai ripreso dal periodo di crisi dell’anno scorso (quando a causa del processo le sue condizioni fisiche erano molto peggiorate). E’ apparso quindi in un buono stato di salute, e questo fa ben sperare per il prossimo futuro, dato che nel 2007 uscirà il suo nuovo album e probabilmente qualcosa in più.

Annunci