Finalmente sta venendo alla luce il più grande complotto nella storia dello spettacolo, e la vittima è il Re Del Pop. Già da tempo in molti sospettavano che c’era qualcosa che non quadrava e lui stesso non è rimasto stupito quando sono giunti ai suoi avvocati dei documenti che dimostrano un deliberato tentativo da parte di alcuni precedenti consiglieri e associati di costringere MJ alla bancarotta.

Questi documenti rivelano che alcuni precedenti avvocati hanno attivamente sollecitato altri avvocati, venditori e creditori ad "unirsi assieme per portare il cantante sulla strada della bancarotta.”

Jackson, che il 27 Giugno scorso ha annunciato profondi cambiamenti nell’organizzazione del suo management, ha incaricato il suo team legale di fare chiarezza sulla questione e compilare un’ eventuale denuncia contro coloro che si sono resi responsabili di detta cospirazione. Queste indagini potrebbero portare accuse civili e penali a componenti dell’ex management del cantante, ed è molto probabile che tutta la documentazione verrà inviata al Procuratore Generale degli Stati Uniti per un suo possibile intervento nella questione.

“Michael non è scioccato ne’ sorpreso da queste rivelazioni,” dice Raymone K. Bain, General Manager di Jackson. “Basandosi sul susseguirsi di eventi che hanno caratterizzato la sua vita personale e professionale negli ultimi anni, da molto tempo Michael sospetta che alcune delle persone ingaggiate per curare i suoi interessi, non abbiano agito che mossi da interessi prettamente finanziari e personali."

Annunci