Qualche giorno fa è stata diffusa una notizia falsa da qualche fonte scandalistica che raccontava che MJ si fosse vestito da donna in Bahrein e fosse entrato in un bagno per signore.

Il portavoce oggi ha dovuto smentire questa stupida diceria, rivelando che Michael è entrato erroneamente in una "ladies room", ma accortosi del suo errore è subito uscito. A quel punto è stato riconosciuto ed è dovuta intervenire la polizia per scortarlo via.

Come al solito i giornali scandalistici approfittano di qualunque errore per ricamare storie esagerate.

A tal proposito, vorrei criticare la rivista "XL" venduta mensilmente con "La Repubblica", dove l’unico frammento di articolo sul Re del pop riguarda una disgustosa insinuazione come commento di una foto che ritrae i figli di MJ con dei veli a coprire i loro volti. L’insinuazione non la ripeto, tanto era disgustosa, ma un giornale di musica non dovrebbe ipotizzare e accusare in questo modo un grande artista com’è Michael.

La stessa rivista ha anche ipotizzato che il successore del Re del pop possa essere Robin Williams. Forse ha più risalto di Justin Timberlake, ma comunque neanche quest’articolo è molto sensato. Williams ha fatto una conferenza stampa in cui avrà risposto a chissà quante domande. Ebbene la giornalista si è soffermata a descrivere il comportamento del cantante durante le pause o nell’attesa delle interviste, senza soffermarsi sulle risposte e sugli argomenti da lui trattati. Chi è davvero interessato alla musica non può restare soddisfatto da questo articolo, e neanche dalla sua recensione dell’ultimo album (viene voglia di comprarlo solo leggendo la recensione negativa, anziché quella positiva…).

Invito la redazione di "XL" a riguardare la sua redazione, e rivedere il modo in cui vengono trattati certi argomenti. Bisogna eliminare il gossip, e focalizzare di più sugli artisti e sulla musica. Altrimenti farebbero meglio a riaprire la redazione della vecchia rivista "Musica"!

Annunci